Cos'è un'isterectomia laparoscopica?

Cos'è un'isterectomia?

L'isterectomia è un intervento chirurgico per rimuovere l'utero. Sebbene l'isterectomia sia un'operazione generalmente eseguita come chirurgia a cielo aperto, ora può essere eseguita con un metodo chiuso (laparoscopico). L'isterectomia laparoscopica (TLH; isterectomia laparoscopica totale), come altre operazioni laparoscopiche in chirurgia ginecologica, è stata sempre più applicata negli ultimi anni.

Quali sono le cause dell'isterectomia?

L'isterectomia è una delle operazioni più comuni eseguite nella pratica ginecologica. Alcuni dei motivi per l'isterectomia includono:

Miomi (tumori benigni che si sviluppano dalla muscolatura liscia dell'utero)

Sanguinamento anormale (sanguinamento anormale resistente alla terapia medica)

Dolore uterino di lunga durata che non risponde ai trattamenti applicati

Iperplasia endometriale, lesioni cervicali premaligne

Prolasso uterino

Adenomiosi / Endometriosi

Cancro (cancro uterino, cervicale, ovarico)

Inoltre, l'isterectomia viene eseguita insieme alle ovaie in casi come cisti ovariche e cancro ovarico in età avanzata.

Quali sono i tipi di isterectomia?

Il tipo di intervento chirurgico varia a seconda dei risultati dell'esame, della malattia che ha causato l'intervento e della scelta del medico.

1. Isterectomia addominale (rimozione dell'utero dall'addome): Viene praticata un'incisione orizzontale o verticale nell'addome inferiore, a seconda delle dimensioni dell'utero e del motivo dell'intervento. Poiché vengono praticate incisioni di almeno 10 cm sui tessuti come la pelle, il sottocutaneo e la fascia per raggiungere l'utero nell'approccio addominale, il processo di guarigione richiede più tempo rispetto ad altri tipi di isterectomia. Tuttavia, è un buon modo soprattutto nei tumori di grandi dimensioni e nei casi di malignità (cancro).

2. Isterectomia vaginale (rimozione dell'utero attraverso Vagen): In questo metodo, non c'è incisione nell'addome. Poiché l'incisione è nella vagina, il tempo di recupero è più breve dell'isterectomia addominale.

3. Isterectomia laparoscopica: La chirurgia di isterectomia eseguita con il metodo aperto può ora essere eseguita con il metodo chiuso (isterectomia laparoscopica) con il progresso della tecnologia e delle conoscenze.

Come viene eseguita l'isterectomia laparoscopica?

La chirurgia di rimozione uterina chiusa (isterectomia laparoscopica) viene eseguita aprendo 3 fori di 5-10 mm nella parete addominale proprio come altri interventi ginecologici laparoscopici. La chirurgia di rimozione uterina viene eseguita aprendo un foro nel foro dell'ombelico e due sul lato sinistro dell'addome, osservando l'interno dell'addome con una telecamera e posizionando gli strumenti necessari per rimuovere l'utero dai fori laterali. Se le ovaie o le tube devono essere rimosse durante un intervento di rimozione uterina laparoscopica, possono essere rimosse. Dopo che l'utero è stato rimosso, le incisioni cutanee di 5-10 mm nella pelle addominale vengono chiuse con punti sottili.

Quali sono le ferite dell'isterectomia laparoscopica?

Poiché non ci sarà una grande incisione (incisione) nell'addome dopo l'intervento chirurgico di rimozione dell'utero con metodo chiuso (laparoscopico), il dolore, il sanguinamento, il tempo di degenza in ospedale è inferiore, sono possibili un recupero più rapido e un ritorno al lavoro anticipato. Inoltre, non ci sono grandi cicatrici cosmetiche in termini di estetica. Inoltre, è meglio osservare gli organi intra-addominali e le aderenze intra-addominali sono inferiori dopo l'intervento chirurgico. Il paziente di solito rimane in ospedale per 1-2 giorni, quindi viene dimesso e i pazienti che lavorano possono generalmente tornare al lavoro entro 2-3 settimane. Il rapporto sessuale può iniziare se non ci sono danni alla visita del medico, circa un mese dopo l'operazione.

Quali sono i rischi nell'isterectomia laparoscopica?

Analogamente alle complicazioni osservate nella chirurgia a cielo aperto, nel metodo chiuso si possono osservare grandi vasi, intestini, lesioni alla vescica, danni ai nervi e formazione di coaguli vascolari. Dopo la laparoscopia, in caso di forte dolore addominale, nausea e vomito prolungati, febbre, sanguinamento e infiammazione nel sito di incisione, dolore durante la minzione, il chirurgo deve essere contattato con il chirurgo.

Quali sono i possibili effetti dopo un'isterectomia?

Alcune condizioni mentali e fisiche a lungo o breve termine possono verificarsi dopo l'isterectomia.

Ci sono due eventi principali dopo un'isterectomia in un paziente con mestruazioni; (a) non avere le mestruazioni, (b) non essere in grado di concepire ... Se le ovaie non vengono rimosse, la produzione di ormoni continuerà e i sintomi della menopausa come vampate di calore, sudorazione, insonnia non saranno visibili anche se non ci sono le mestruazioni. Tuttavia, se le ovaie vengono rimosse nel periodo precedente la menopausa, si osservano effetti dovuti alla scomparsa degli ormoni (sintomi della menopausa). Se l'età del paziente è inferiore a 45 anni e le ovaie vengono rimosse con l'isterectomia, è possibile organizzare trattamenti farmacologici appropriati per prevenire i sintomi dell'osteoporosi e della menopausa.

Se le ovaie non vengono rimosse, poiché la secrezione ormonale continuerà, la vagina e i genitali esterni non saranno interessati dall'isterectomia. Se le ovaie vengono rimosse con l'utero nel periodo premenopausale, la secchezza vaginale può essere un problema durante i rapporti sessuali. Gli estrogeni o i lubrificanti locali prevengono la secchezza ed eliminano i problemi sessuali. La maggior parte delle donne si sente meglio dopo che i reclami di isterectomia che causano l'intervento chirurgico sono scomparsi. Inoltre, i rapporti sessuali senza paura della gravidanza, dolore e sanguinamento eccessivo dopo l'isterectomia rendono felici molte donne.

Infine, Assoc. Riferendosi all'importanza di scegliere un centro e un medico, Assoc. Dott. Bülent Çakmak; “Oltre ai grandi vantaggi della chirurgia di rimozione dell'utero con metodo chiuso (laparoscopico) come descritto sopra, ci possono essere rischi e complicazioni come in altri metodi chirurgici. Bassi tassi di complicanze e grandi percentuali di successo possono essere raggiunti con un'adeguata selezione e preparazione dei pazienti, specialmente in centri esperti e mani esperte ". ha concluso le sue parole.

Assoc. Dott. Bulent Cakmak

messaggi recenti