Dieta equilibrata contro la sindrome premestruale

La sindrome premestruale (PMS) si riferisce alla condizione che inizia nel periodo pre-mestruale nelle donne e si manifesta con alcuni sintomi mentali o fisici e compare circa una settimana prima dell'inizio delle mestruazioni e scompare pochi giorni dopo la fine del periodo. Gonfiore addominale, aumento di peso, aumento dell'appetito, necessità di mangiare frequentemente, golosità, disturbi della pelle, disturbi del sonno, tensione mammaria, lombalgia, costipazione, mal di testa, palpitazioni, fluttuazioni emotive, pensieri negativi, depressione, affaticamento, debolezza, dimenticanza Alcuni si osservano sintomi fisiologici e psicologici, come difficoltà di concentrazione, diminuzione della fiducia in se stessi, tensione, rabbia e rabbia, cambiamento nei desideri sessuali.

Sebbene la causa non sia completamente chiara, generalmente si concentra su carenze di minerali e vitamine, squilibri ormonali (carenza di progesterone e altri cambiamenti ormonali), bassi livelli di zucchero nel sangue, eccessiva ritenzione di liquidi nel corpo, alcuni trasmettitori chimici nel cervello, desiderio sessuale soppresso e ragioni psicologiche.

Un aumento di peso ingannevole è spesso visto nel periodo premestruale; tuttavia, questo non è un vero aumento del grasso. Questa situazione è causata dall'accumulo di edema nel corpo a seguito di cambiamenti nell'equilibrio degli ormoni estrogeni e progesterone. Anche in questo caso, i cambiamenti nell'ordine di funzionamento del sistema intestinale dovuti a cambiamenti ormonali causano stitichezza e provocano un aumento di peso creando una sensazione di gonfiore nella stitichezza. Non appena termina il periodo mestruale, a causa dell'intestino che lavora di nuovo a velocità normale, la stitichezza termina e il peso torna alla normalità con la rimozione del liquido accumulato nel corpo quando gli ormoni raggiungono il normale equilibrio.

Tuttavia, pochi giorni prima dell'inizio del ciclo mestruale, il cambiamento dello stato di appetito non viene tenuto sotto controllo e assumere più energia di quella di cui il corpo ha bisogno aumenta la possibilità di aumento di peso.

Il motivo per cui si desidera mangiare cibi dolci e zuccherini come il cioccolato prima delle mestruazioni è la diminuzione della circolazione dell'ormone estrogeno nel corpo. L'estrogeno è un ormone stimolante per le donne, aumenta la produzione di ormoni serotonina, noradrenalina ed endorfina nel corpo. Con la diminuzione degli estrogeni aumenta la tendenza alla diminuzione della glicemia, quindi questo fa stimolare il metabolismo dell'appetito e si avverte costantemente la necessità di mangiare dolce. Per questo motivo è molto importante consumare pasti piccoli e frequenti e prediligere cibi a basso indice glicemico, soprattutto in questo periodo.

La ragione dell'aumento dell'appetito è l'aumento del tasso metabolico a seguito dell'aumento del livello di progesterone nel corpo e il desiderio del corpo di assumere più calorie a seguito dell'invio di segnali al cervello che sono necessarie più calorie.

La causa della ritenzione idrica nel corpo; Secondo alcuni studi, l'ormone estrogeno trattiene il sale nel corpo e di conseguenza il corpo raccoglie l'acqua nella sua struttura per mantenere il livello di sale a un livello normale e sano. In alcuni studi, si afferma che la sensibilità aumenta in questo periodo a causa della carenza di vitamine e minerali che svolgono un ruolo nella protezione dell'acqua nel corpo. L'edema di solito si verifica nell'addome, nel seno e nella zona del viso.

Nutrizione;

1. Per mantenere l'equilibrio della glicemia, dovrebbe essere somministrato poco a poco e spesso, prestando attenzione all'ordine principale e degli snack.

2. Fonti di carboidrati complessi come pane, pasta integrale, riso integrale, bulgur, legumi e verdure dovrebbero essere consumate come fonte di carboidrati invece di alimenti come zucchero, dolci e cioccolato.

3. Il consumo di cibi ad alto contenuto di sale e sale come cibi sottaceto e biscotti salati dovrebbe essere ridotto al minimo.

4. Va sottolineato il consumo di cibi ad alto contenuto di fibre (come frutta e verdura) che aiutano l'intestino a lavorare e aumentano il senso di sazietà.

5. Il consumo di bevande contenenti caffeina come tè, caffè, cola e il consumo di alcol dovrebbe essere evitato.

6. Bisogna fare attenzione a consumare una quantità sufficiente di liquidi, soprattutto acqua.

7. L'esercizio dovrebbe essere incluso in quanto ha un effetto positivo sull'equilibrio ormonale.

KadıköyŞifa Kadıköy Hospital Nutrition and Diet Specialist Dyt. Rabia Yurdagül

messaggi recenti