Emorragia postmenopausale

Dott. Hasan Insel

Nelle donne, il "periodo della menopausa" inizia dopo la fine delle funzioni ovariche, cioè dal periodo di sei mesi in cui non hanno le mestruazioni, e circa un terzo di tutte le vite delle donne passa nel periodo della menopausa. È anche normale avere alcuni cambiamenti nella vita di una donna durante la menopausa che richiedono così tanto tempo. Ma ci sono alcune situazioni che dovrebbero essere considerate come un segnale di allarme. Il sanguinamento postmenopausale è un esempio di situazioni che richiedono attenzione. Questo soggetto è il ginecologo e ostetrico Dr. Abbiamo parlato con Şükrü Sanus, ecco cosa ha raccontato:

“Le normali mestruazioni e il sanguinamento tra le mestruazioni non si verificano in una donna che entra nel periodo della menopausa. Se si esclude un sanguinamento regolare durante il trattamento ormonale mensile, qualsiasi sanguinamento vaginale che si verifica è chiamato "sanguinamento postmenopausale", "sanguinamento menopausale" o "sanguinamento postmenopausale".

Nel periodo postmenopausale la denuncia di sanguinamento non può mai essere considerata normale, spesso è segno di un problema e va sempre indagata.

Le cause devono essere distinte

Le donne che soffrono di emorragie nel periodo postmenopausale dovrebbero essere assolutamente valutate ginecologicamente. Alcune di queste emorragie possono essere dovute a ragioni diverse dalle malattie ginecologiche, prima di tutto queste dovrebbero essere distinte.

La causa più comune di sanguinamento postmenopausale è l'uso di farmaci ormonali. Le applicazioni di ormoni a lungo termine somministrate per aumentare la qualità della vita e l'osteoporosi possono causare sanguinamento mestruale regolare in alcuni pazienti. Se l'emorragia è irregolare nei pazienti che assumono tali farmaci, è utile consultare nuovamente un medico.

Ci sono farmaci ormonali usati oggi che non causano sanguinamento. In questi farmaci, possono verificarsi spotting e sanguinamento irregolare nei primi tre mesi, ma è necessario indagare su qualsiasi sanguinamento che si verifica in seguito.

A volte anche il sanguinamento dalle vie urinarie o dall'intestino può essere confuso con tale sanguinamento vaginale.

Quale potrebbe essere la fonte dell'emorragia?

Vagina: Come risultato dell'atrofia vaginale e della secchezza che si verificano con la menopausa, può verificarsi sanguinamento a causa di traumi sessuali. Ancora una volta, una massa proveniente dalla vagina può causare sanguinamento.

Cervice: I polipi o altri tipi di masse benigne o maligne possono sanguinare.

Uno dei primi segni di cancro cervicale potrebbe essere ancora sanguinamento e il suo controllo è abbastanza facile da essere eseguito solo con un esame ginecologico.

Utero:Vari motivi come un eccessivo assottigliamento o ispessimento dello strato interno dell'utero (endometrio) (iperplasia endometriale), un polipo, fibromi o altre masse benigne o maligne, alcuni farmaci possono causare sanguinamento.

Il trattamento di un'emorragia che si sviluppa dopo la menopausa dipende interamente dalla causa dell'emorragia, la causa viene indagata nel seguente ordine:

* Viene eseguito un esame ginecologico dettagliato per determinare l'origine dell'emorragia nel paziente che si presenta con la denuncia di sanguinamento postmenopausale.

* Viene controllato con uno speculum per vedere se c'è un problema nella vagina e nella cervice.

* A parte questo, l'utero e le ovaie vengono valutati mediante ecografia. Potrebbe essere necessario osservare la parete interna dell'utero con alcuni metodi speciali.

* La biopsia (curettage della sonda) è necessaria per ogni paziente che ha sanguinamento dall'utero nel periodo postmenopausale. Questa procedura viene eseguita a scopo di controllo anche nei pazienti il ​​cui rivestimento uterino (endometrio) è più spesso di 4-5 mm nei controlli in post-menopausa.

In sintesi, per qualsiasi sanguinamento che si manifesti durante la menopausa per un motivo sconosciuto, non si dovrebbe dire "Non è importante, è passato o è passato", bisogna assolutamente consultare un medico ".

messaggi recenti