Medicina contro l'influenza e il raffreddore 'latte materno'

Quando i disturbi del naso che cola e della tosse iniziano durante i mesi invernali, le prime malattie che vengono in mente sono il raffreddore o l'influenza. L'influenza e l'influenza, che possono essere trasmesse da persona a persona attraverso le stesse vie, vengono trasmesse ad altre persone attraverso la respirazione, con la dispersione delle goccioline d'acqua contaminata emesse nell'aria a causa della tosse e degli starnuti del malato. In breve tempo, può depositarsi nei polmoni e causare immagini gravi. L'influenza, che è più comune del comune raffreddore, causa seri problemi a persone di età superiore ai 65 anni, malattie cardiache, neonati e bambini.

L'influenza colpisce i polmoni e le orecchie nei bambini

L'influenza è una delle malattie più comuni tra neonati e bambini. Di solito inizia con un naso che cola ed è spesso confuso con l'influenza. I segni clinici di raffreddore e influenza sono simili, ma i fattori causali differiscono. Vie respiratorie superiori fredde; È un'infezione virale che si verifica nel naso, nella gola e nella trachea. Il comune raffreddore nei neonati e nei bambini dovrebbe essere preso più seriamente, poiché vi è un alto rischio di colpire i polmoni o le orecchie.

La congestione nasale crea problemi nutrizionali

Sebbene il freddo sia una malattia lieve, provoca disagio e problemi, soprattutto nei bambini. La ragione principale di questa situazione è che i bambini non possono pulirsi il naso e hanno difficoltà a respirare attraverso la bocca. I primi sintomi del comune raffreddore nei bambini sono spesso visti come congestione nasale o naso che cola, che si intende per secrezione nasale, che inizialmente è trasparente e poi si scurisce e diventa gialla o verde. Altri sintomi sono; È una lieve febbre intorno a 37,8 ºC, starnuti, tosse, perdita di appetito, irrequietezza e difficoltà ad addormentarsi.

Se il bambino ha problemi di alimentazione a causa della congestione nasale, il suo naso deve essere pulito con un aspiratore nasale di plastica. In questo modo, il bambino continuerà ad essere nutrito respirando di nuovo comodamente. Questa tecnica avvantaggia il bambino nei primi 6 mesi. Man mano che il bambino cresce, cercherà di impedire che questo metodo venga utilizzato. Se la secrezione nasale del bambino è molto intensa, questa densità può essere risolta con gocce saline utilizzate su consiglio del medico. Due gocce di soluzione salina devono essere gocciolate in ciascuna narice 15-20 minuti prima di alimentarle con un contagocce che viene lavato con sapone e acqua pulita e risciacquato. In nessun caso devono essere utilizzate gocce nasali contenenti farmaci.

Evita di somministrare antipiretici

La cosa migliore per il raffreddore è diluire le secrezioni del bambino e ridurre la febbre, se presente. Le madri che allattano possono aumentare la frequenza dell'allattamento al seno. La migliore medicina per diluire le secrezioni è l'acqua. Come con tutte le malattie virali, la febbre alta può essere vista durante le prime 48 ore nei raffreddori. In questo caso, il bambino dovrebbe essere vestito sottilmente e fare un bagno caldo. Se il bambino è molto irrequieto e la temperatura è superiore a 38 ° C, possono essere somministrati farmaci antipiretici. Poiché la febbre nei bambini di età inferiore a 2 mesi può essere un sintomo di un disagio importante, si dovrebbe evitare la somministrazione di antipiretici e consultare un medico specialista. Gli antipiretici devono essere usati al dosaggio e alla frequenza raccomandati dal medico.

Il riposo è essenziale per la resistenza del corpo

Se c'è un raffreddore nei bambini; Può essere visto con congestione nasale e che cola, tosse, mal di gola, febbre e irrequietezza. La febbre non sale molto in alto e si vede raramente. Possono esserci debolezza, malessere, mal di testa. La tosse può accompagnare. La pulizia nasale può essere eseguita con gocce nasali saline e pompa nasale. È molto importante che i bambini riposino e regolino bene la temperatura ambiente, l'alimentazione e il supporto dei liquidi per riacquistare la resistenza di cui il corpo ha bisogno.

Il gruppo a rischio più grave per l'influenza è quello dei neonati e dei bambini

A differenza del comune raffreddore, i virus influenzali causano l'influenza. Neonati e bambini sono nel gruppo a rischio più grave di influenza, che aumenta soprattutto in autunno e in inverno. Sono comuni febbre, mal di testa, dolori articolari e muscolari, naso che cola, debolezza e tosse. Si possono osservare febbre e brividi più alti rispetto al raffreddore. L'influenza è anche un'infezione virale del tratto respiratorio superiore ed è una malattia molto comune. Si raccomanda che il trattamento e l'uso di droghe siano sotto la supervisione di un medico. Il riposo a letto, l'uso di antidolorifici contenenti paracetamolo, la pulizia nasale se necessario, una corretta alimentazione e un consumo abbondante di liquidi sono importanti nel trattamento.

Se questi sintomi si vedono nei bambini, specialmente durante la stagione influenzale tra ottobre e febbraio, può causare il pensiero dell'influenza. Se la febbre del bambino sale improvvisamente a 38 gradi o superiore, sembra stanco, stanco, brividi, naso che cola e tosse secca, aumenta il rischio di influenza. Un bambino con l'influenza si sente a disagio e sembra malato. Inoltre, si possono osservare sintomi come dolore addominale, diarrea e vomito.

I bambini allattati al seno sono fortunati

Le madri che allattano sono il gruppo fortunato perché il latte materno produce anticorpi contro le malattie. Se il bambino ha il naso che cola e la tosse, prima di tutto, dovrebbe essere assicurato di consumare molti liquidi. Le madri che allattano dovrebbero allattare i loro bambini più spesso e, se il bambino ha iniziato ad assumere alimenti supplementari, dovrebbero essere somministrati succo di mela diluito e tisane. L'applicazione di gocce nasali saline 15 minuti prima della poppata e del sonno per la congestione nasale aiuterà il bambino a respirare comodamente. Poiché l'ambiente umido sarà anche un bene per la tosse, l'ambiente in cui si trova il bambino dovrebbe essere inumidito con il piroscafo. La testa del bambino dovrebbe essere leggermente rialzata per far uscire il naso che cola.

Un medico dovrebbe essere consultato prima di usare i farmaci.

Nei casi in cui è necessario un farmaco, consultare un medico specialista prima di utilizzare il farmaco. Le gocce non sono raccomandate per i bambini di età inferiore a 1 anno. Se il bambino ha respiro sibilante, respiro frequente e rauco, difficoltà a respirare, scolorimento, rifiuto di assumere liquidi e febbre, il medico deve essere consultato senza aspettare.

L'influenza è comune nei bambini che frequentano l'asilo nido o la scuola

L'influenza è comune anche nei bambini che frequentano l'asilo nido o la scuola. Febbre alta, debolezza, dolore alla testa-corpo, brividi, brividi, naso che cola, debolezza, affaticamento, tosse, mal di gola, bruciore nasale, vomito e diarrea sono i sintomi più evidenti. Il virus dell'influenza si manifesta entro pochi giorni dall'ingestione e compaiono i primi sintomi di brividi.

Bere molti liquidi e frutta e verdura

Nel trattamento dell'influenza, il bambino dovrebbe ricevere molti liquidi e dovrebbe essere somministrato un antipiretico per la febbre alta. Dare frutta e verdura ricche di vitamine e minerali gioverà notevolmente al recupero del bambino. La frequente presenza di neonati e bambini sia in ambienti chiusi che affollati provoca anche un aumento delle malattie.

Non devono essere indossati abiti spessi

È utile che le famiglie considerino determinate situazioni mentre vestono i propri figli. Ad esempio, il freddo eccessivo o la sudorazione eccessiva dovrebbero essere evitati. Aumenta il rischio di infezione del corpo dei bambini, che diventa sensibile rimanendo al freddo. Tuttavia, proprio per questo motivo, è necessario evitare abiti spessi che li faranno sudare.

Il vaccino antinfluenzale dovrebbe essere fatto ogni anno

La precauzione più basilare per proteggere i bambini dal raffreddore e dall'influenza è far vaccinare il bambino. I vaccini antinfluenzali hanno un effetto protettivo contro le infezioni influenzali. La vaccinazione è richiesta ogni anno. È importante avere la vaccinazione antinfluenzale per i bambini che hanno asma, bronchite, malattie del sangue e malattie reumatiche così come i bambini che entrano in ambienti affollati come asili nido e scuole. Dovrebbe anche essere assicurato che non manchino altri vaccini. È importante che le famiglie avvertano ed istruiscano i propri figli sulle norme igieniche.

Latte materno per proteggere dal virus H1N1

Il vaccino antinfluenzale non viene somministrato ai bambini di età inferiore ai 6 mesi. Il lavaggio frequente dei membri della famiglia con abbondante acqua e sapone è molto efficace nella prevenzione della malattia. Se uno dei membri della famiglia è malato, è necessario indossare una maschera nell'ambiente in cui è presente il bambino e il bambino non deve essere baciato. Il genitore dall'esterno dovrebbe cambiarsi i vestiti prima di andare dal bambino e, se possibile, fare una doccia calda. Il miracoloso latte materno nutriente, che previene lo sviluppo di molte malattie, è anche molto efficace nel proteggere dal virus H1N1. Il latte materno rafforza il sistema immunitario del bambino e previene l'influenza grave. Per questo motivo, i bambini di età inferiore ai 6 mesi devono essere allattati al seno. I neonati allattati con latte materno hanno molte malattie, soprattutto infezioni delle alte vie respiratorie e diarrea, più lievi e meno frequenti.

messaggi recenti