Lieve depressione; Distimia

Molte persone che si sentono sempre infelici e depresse non sono consapevoli di poter avere la "distimia"! Lo psicologo specialista dell'ospedale Austria Sen Jorj Sinem Gül ┼×ahin ha fornito informazioni sulla depressione lieve e cronica e sulla distimia.

La distimia è uno stato dell'umore depressivo di lieve gravità che esiste continuamente.

Il fatto che non si manifesti solo in determinati periodi ma si prolunghi e continui insidiosamente, non con attacchi gravi, sono fattori che rendono difficile la diagnosi di questo disturbo. A causa di questa caratteristica, i sintomi della distimia sono spesso fraintesi come tratti della personalità dell'individuo.

I cambiamenti di sonno, appetito e peso osservati negli individui con depressione maggiore non sono evidenti nella depressione distimica, ma sintomi come incapacità di godersi la vita, perdita di interesse, inadeguatezza e sensi di colpa, rabbia estrema, ritiro dalle persone, bassa autostima , si possono vedere disperazione e incapacità di concentrarsi sul lavoro.

Oltre ai sintomi depressivi, nei bambini possono verificarsi anche irritabilità, alcuni disturbi comportamentali e abilità sociali.

Per poter affermare che una persona ha un disturbo distimico, questi sintomi devono durare 2 anni negli adulti e almeno un anno nei bambini e negli adolescenti. Anche se ci sono periodi in cui non ci sono sintomi intermedi, questi non durano più di 2 mesi e il periodo depressivo passa di nuovo. Il fatto che la persona non abbia avuto una depressione maggiore (un tipo di depressione con sintomi evidenti) durante questo periodo di due anni è un criterio necessario per noi per dire che questa persona ha un disturbo distimico. La persona può avere una depressione maggiore prima e dopo, ma se ha una depressione così grave entro due anni, non possiamo dire che la persona ha un disturbo distimico, ci concentriamo su un altro tipo di depressione. Perché, come accennato in precedenza, la caratteristica distintiva più importante della distimia è che è lieve, insidiosa e di lunga durata.

La distimia si divide in esordio precoce e esordio tardivo. Se inizia prima dei 21 anni, chiamiamo distimia ad esordio precoce, se inizia dopo i 21 anni, la chiamiamo distimia ad esordio tardivo. Gli studi hanno dimostrato che la gravità dei sintomi, la tendenza all'uso di sostanze e le interruzioni nella vita di una persona sono più elevate nella distimia a esordio precoce rispetto alla distimia a esordio tardivo. Inoltre, la presenza di depressione maggiore nei parenti stretti di distimici a esordio precoce è più comune.

Si è visto che sia i fattori genetici che quelli ambientali sono efficaci nella formazione della distimia. Come accennato in precedenza, la presenza di depressione maggiore in altri individui della famiglia, l'uso di sostanze da parte dei genitori, la presenza di un disturbo di personalità nell'individuo ei traumi vissuti dalla persona sono fattori efficaci nella formazione della distimia. Sebbene non vi sia alcuna differenza tra i sessi nella distimia nei bambini, è noto che l'incidenza negli adulti è quasi 3 volte superiore nelle donne rispetto agli uomini.

Il fatto che i sintomi della distimia siano lievi e cronici, induce l'individuo a considerarli come i propri tratti di personalità e li ritarda dal rivolgersi a uno specialista per il trattamento.

Quando una persona ha la distimia non viene scoperta e trattata, la malattia può somatizzarsi. In altre parole, può esprimersi fisicamente sotto forma di dolore, stanchezza, qualsiasi malattia interna. In generale, la presenza di distimia viene rivelata a seguito di ricerche quando una persona si rivolge a un medico con tali reclami. Oppure, quando una persona si rivolge a uno specialista a causa di un altro disturbo psicologico, scopre di avere effettivamente la distimia. Il fatto che la distimia sia difficile da scoprire e distrugga la qualità della vita della persona al suo interno l'ha resa vista come uno dei disturbi più pericolosi.

Il trattamento della distimia non dovrebbe essere un trattamento a senso unico. Solo il supporto terapeutico o il solo uso di farmaci non è sufficiente, può causare un inutile prolungamento del periodo di guarigione o la ricomparsa della distimia in un periodo successivo. Il metodo di trattamento più ideale è assumere farmaci appropriati sotto il controllo di uno psichiatra e andare parallelamente al supporto terapeutico fornito da uno specialista. La persistenza e la pazienza della persona con disturbo distimico in terapia e l'uso corretto dei farmaci a dosi appropriate sono importanti per il processo di guarigione.

Durante il processo di trattamento si ottengono informazioni dettagliate sulla persona e sulla sua famiglia e si studiano vari processi psicologici come il rafforzamento dei meccanismi di coping della persona, il recupero dell'autostima, l'eliminazione delle ansie ossessive e le cause dei problemi nelle relazioni interpersonali.

Come risultato del trattamento che la persona ha ricevuto, miriamo a superare lo stato d'animo depressivo, a goderci la vita e ad affrontare gli aspetti buoni e cattivi della vita, essere in grado di affrontare i problemi nelle relazioni sociali e stabilire relazioni di qualità con le persone e concentrarsi sulle cose che devono fare più facilmente e fissare obiettivi nella loro vita.

messaggi recenti