Esame dell'imene e rapporto sulla verginità

Sebbene sia difficile e spaventoso per i pazienti, l'esame dell'imene è simile a un normale esame ginecologico. La paziente viene portata al tavolo ginecologico e l'imene viene esaminato aprendo le piccole labbra, che chiamiamo il labium minus. A volte, il medico può tenere le piccole labbra con una garza per evitare che scivolino. Le piccole labbra sono tirate lateralmente e verso l'esterno, rendendo così chiaramente visibile il crisantemo. A volte l'imene può essere più all'interno, in questo caso il paziente è spinto a rendere l'imene più prominente. Nessun dolore o dolore si avverte durante tutte queste procedure.

L'esame dell'imene viene eseguito da un ostetrico o da uno specialista forense, ma la segnalazione o la scrittura dei risultati dell'esame può essere fatto solo da un perito forense e con una lettera dell'ufficio del pubblico ministero. L'ostetrico può riferire verbalmente la situazione alla persona in esame e, se ha il consenso e il permesso della persona esaminata, alla persona successiva. È valido al momento della presentazione del rapporto, dopo l'esame, la persona può avere rapporti sessuali e perdere la verginità, non è valido dopo il momento del rapporto.

Dolore muscolare


messaggi recenti