Lo zucchero gestazionale dovrebbe essere preso in considerazione

Questa situazione, che può rappresentare un rischio in termini di salute della madre e del bambino, si riscontra in circa il 5% delle donne in gravidanza. Tuttavia, molti problemi di salute che possono verificarsi nella madre e nel bambino possono essere rilevati in anticipo con il test di carico di zucchero eseguito durante la gravidanza.

Specialista in Ginecologia e Ostetricia dell'Ospedale Centrale Opr. Dott. Cengizhan Kolata ha detto: "Caricare lo zucchero nel corpo durante il test di carico dello zucchero non è dannoso sia per il bambino che per la madre nei corpi sani. Perché c'è un meccanismo nel corpo che bilancia lo zucchero nel sangue caricato durante il test dello zucchero e lo riduce a livelli normali in breve tempo ", dice.

Lo zucchero gestazionale dovrebbe essere preso in considerazione

Diabete gestazionale (diabete gestazionale); Si verifica quando viene rilevato un aumento del livello di glucosio (zucchero) nel sangue di una madre che non ha il diabete prima della gravidanza.

Il diabete gestazionale si trova in circa il 3-5% delle donne in gravidanza. Il 90 percento di esso viene notato durante la gravidanza. Il diabete gestazionale può essere determinato con il test di carico di zucchero da eseguire alla 24a e 28a settimana del periodo di gravidanza.

I problemi di salute possono essere determinati con il test di carico dello zucchero

Se avere o meno il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza è dannoso per la salute della madre e del bambino è una delle questioni più curiose e discusse. Tuttavia, è necessario eseguire un test di tolleranza al glucosio per rilevare eventuali problemi di salute che possono verificarsi nella madre e nel bambino durante la gravidanza.

Caricare lo zucchero nel corpo durante il test di carico dello zucchero non è dannoso sia per il bambino che per la madre nei corpi sani. Perché c'è un meccanismo nel corpo che bilancia lo zucchero nel sangue caricato durante il test dello zucchero e lo riduce a livelli normali in breve tempo.

Gruppi ad alto rischio, a rischio e non a rischio nel diabete gestazionale

Il diabete gestazionale che può verificarsi durante la gravidanza è diviso in tre gruppi come ad alto rischio, rischioso e non rischioso. Le donne incinte con un indice di massa corporea (BMI) superiore al 30% rientrano nel gruppo ad alto rischio. Le donne con perdite ricorrenti di gravidanze, perdite di neonati inspiegabili e una brutta storia di gravidanza rientrano nel gruppo a rischio.

Inoltre, coloro che danno alla luce bambini grandi, quelli con una storia familiare di diabete, pazienti con ovaio policistico (ingrossamento delle ovaie e piccole cisti), donne sopra i 25 anni, quelli con una storia di diabete nella loro precedente gravidanza e donne che hanno avuto un parto difficile (portamento della spalla) sono inclusi anche in questo gruppo.

Le donne nella fascia di età di 25 anni, quelle con la loro prima gravidanza e le persone che non hanno alcun diabete nella loro famiglia sono fuori dal gruppo a rischio.

Il test di carico di zucchero da 75 grammi è sufficiente per la diagnosi

Il test di carico di zucchero da 75 grammi, che è accettato come l'approccio attuale per la diagnosi di diabete gestazionale, viene applicato alla futura mamma. Nei risultati del test, se la glicemia a digiuno è 92 mg / dl, la glicemia a 1 ora è 180 ml / dl, la glicemia a 2 ore è inferiore a 153 gr / ml, questi valori sono considerati normali. Tuttavia, se un valore è superiore ai risultati, la futura mamma è nel gruppo a rischio.

Quando il test diagnostico viene eseguito solo su gruppi a rischio, solo il 50% della popolazione con diabete gestazionale può essere diagnosticato. L'altro 50 percento non dovrebbe essere ignorato.

Un processo di gravidanza e un parto sani possono essere forniti alle donne in gravidanza a cui viene diagnosticata e il cui livello di zucchero nel sangue è monitorato al livello desiderato. Se questo screening non viene eseguito, potrebbero verificarsi alcuni problemi di salute nel 50% delle future mamme e dei bambini che non possono essere diagnosticati.

Nel bambino possono verificarsi ritardo della crescita e anomalie degli organi.

Problemi che possono verificarsi nel bambino; anomalie degli organi (colonna vertebrale, cuore, ecc.), ritardo della crescita, rischio di diabete, traumi alla nascita dovuti a parto difficile, ittero prolungato nel periodo neonatale, ipoglicemia (livello di zucchero nel sangue inferiore al normale), ipocalcemia (eccessiva diminuzione del calcio nel sangue), ipomagnesiemia (il livello di magnesio nel sangue è inferiore al normale) e problemi respiratori neonatali.

Il lavoro di squadra è richiesto nel trattamento

Dopo la diagnosi, è necessario pianificare la dieta, l'esercizio fisico e il trattamento farmacologico per la futura mamma al fine di mantenere il livello di zucchero nel sangue ai livelli target.

Poiché il diabete è una malattia sistemica e colpisce tutti gli organi del corpo; La futura mamma dovrebbe essere seguita da vicino con un approccio multidisciplinare che includa ginecologi e ostetrici, endocrinologi, nutrizionisti e dietisti.

Non va dimenticato che il diabete gestazionale si ripresenta al tasso del 60 per cento alla nascita successiva. Il tasso di diabete in futuro nel diabete gestazionale è del 26%.

Coloro che non fanno parte del gruppo a rischio dovrebbero sottoporsi a regolari esami della glicemia

Affermando che il test di carico dello zucchero non deve essere saltato durante la gravidanza, lo specialista in ginecologia e ostetricia Opr. Dott. Cengizhan Kolata ha detto: “Le donne incinte che non vogliono essere sottoposte a test per vari motivi dovrebbero sottoporsi regolarmente al test della glicemia a digiuno, anche se non fanno parte del gruppo a rischio.

Durante la gravidanza, la glicemia a digiuno non deve superare i 95 ml / dl e la glicemia postprandiale non deve superare i 140 ml / dl. "L'emoglobina A1c, cioè il test del sangue dell'emoglobina glicata (HbA1C) non deve superare il 6 per cento", dice.

messaggi recenti