Infiammazione articolare e malattia del dito scatenante

Questo problema è causato dall'infiammazione dei tendini sotto la copertura protettiva chiamata guaina tendinea.

Al contrario, i tendini interessati sono fasce fibrose di tessuto che collegano i muscoli dell'avambraccio alle ossa delle dita e del pollice. Tendini e muscoli consentono al pollice e alle altre dita di piegarsi e allungarsi, proprio come in un pugno.

Un tendine può facilmente scorrere attraverso il tessuto che normalmente lo copre (chiamato anche vaso) a causa di una sottile membrana grassa che circonda l'articolazione chiamata sinovia. I tendini a volte si infiammano e si gonfiano. Di conseguenza, piegando le dita si tira la proteina infiammata attraverso il rivestimento del tendine ristretto, provocando un suono scoppiettante o scoppiettante.

Quali sono le cause della malattia del dito a scatto?

La malattia del dito trigger è causata da movimenti ripetitivi e dall'uso eccessivo e dall'applicazione della forza al dito. Alcune condizioni mediche che causano alterazioni dei tessuti come reumatismi, artrite, gotta o diabete possono anche essere considerate tra le cause della malattia del dito a scatto. Anche la lunga presa di un oggetto può aggravare la situazione.

Chi ottiene la malattia del dito trigger?

Agricoltori, lavoratori dell'industria e musicisti sono i più colpiti dalla malattia del dito trigger, poiché spesso usano le dita per movimenti ripetitivi. La malattia del dito scatenante colpisce le donne più degli uomini e tende ad essere più comune nelle persone di età compresa tra i 40 ei 60 anni.

Quali sono i sintomi della malattia del dito a scatto?

Uno dei primi sintomi può essere dolore alla base del pollice e del dito. Il sintomo più comune è un clic doloroso e uno schiocco che si verifica quando si tenta di piegare o allungare il dito interessato. Questa sensazione di rigidità peggiora dopo un periodo di inattività e si allenta con il movimento.

In alcuni casi, il pollice o il dito interessato si blocca in una posizione piegata o estesa quando la condizione peggiora. Il dito bloccato deve essere raddrizzato delicatamente con l'aiuto dell'altra mano. Alla fine, può verificarsi retrazione o rigidità articolare.

Come viene diagnosticata la malattia del dito a scatto?

Non vengono utilizzati raggi X o test di laboratorio per diagnosticare la malattia del dito a scatto. Di solito, una diagnosi viene effettuata dopo un esame fisico della mano o del dito. In alcuni casi, il dito colpito può gonfiarsi e un piccolo nodo o nodulo può formarsi sull'articolazione del palmo della mano. Inoltre, il dito può essere bloccato o tenuto in posizione piegata e fa male.

Come viene trattata la malattia del dito a scatto?

Il primo passo per il recupero è limitare le attività che peggiorano la malattia del dito trigger. A volte, il medico può applicare una stecca per limitare il movimento nell'articolazione interessata. Se i sintomi persistono, possono essere raccomandati farmaci antinfiammatori come ibuprofene o naprossene. Il medico può anche iniettare farmaci a base di cortisone nella guaina del tendine. Se la tua malattia non risponde alle misure protettive o si ripresenta, può essere raccomandato un intervento chirurgico per rilasciare la guaina tendinea e ripristinare il movimento.

Quanto tempo ci vorrà per curare la malattia del dito a scatto?

Il tempo di recupero della malattia del dito a scatto varia da persona a persona, a seconda della gravità del problema. La scelta del metodo di trattamento influisce anche sui tempi di recupero. Ad esempio, è necessaria una stecca per 6 settimane. Tuttavia, la maggior parte dei pazienti con dito a scatto guarisce entro poche settimane riposando il dito colpito e / o utilizzando farmaci antinfiammatori.

Artrite e borsite



messaggi recenti