Poni fine alla malattia che trasforma la vita in un incubo!

Il paziente, che da 1 anno è ricoverato nel reparto di terapia intensiva con il metodo "aferesi" che pulisce le cellule responsabili della malattia dal sangue presso la Facoltà di Medicina dell'Università di Ankara e non ha risposto ai trattamenti farmacologici, è tornato alla sua vita quotidiana .

Esecuzione del trattamento del paziente, Docente del Dipartimento di Gastroenterologia della Facoltà di Medicina dell'Università di Ankara Prof. Dott. Murat Törüner, "colite"

Ha detto che ci sono due sottotipi di "malattia infiammatoria intestinale" nota come "colite ulcerosa" e "malattia di Crohn".

Affermando che non è possibile trattare questa malattia con i metodi attuali, la malattia che di tanto in tanto si addormenta e talvolta divampa, ha detto:

"In alcuni pazienti, per caso, il sonno richiede molto tempo. Nella prima fase del trattamento, vengono utilizzati farmaci con meno effetti collaterali e possono essere utilizzati per un tempo più lungo. In caso di progressione della malattia, vengono utilizzati più farmaci per effetti collaterali Sebbene il meccanismo della malattia non sia ben noto, il corpo vede gli intestini come nemici e questo In questo caso, si sviluppa uno stato infiammatorio nell'intestino. Pertanto, i farmaci che sopprimono il sistema immunitario dovrebbero essere utilizzati nella fase avanzata Se questi farmaci vengono utilizzati per un lungo periodo, possono verificarsi gravi effetti collaterali. Questi effetti collaterali possono essere visti come infezioni gravi ".

Affermando che la predisposizione genetica è efficace nel vedere la malattia, che si manifesta sia nelle donne che negli uomini, soprattutto all'età di 30-40 anni, Törüner ha detto: "Alcune persone possono vedere la malattia anche all'età di 70 anni".

Notando che la colite ulcerosa dà sintomi con diarrea sanguinolenta, sintomi di Crohn con diarrea e dolore addominale, e alcuni pazienti possono avere feci da luoghi come bocca, genitali e pelle, TÖRDER afferma che non esiste un'opzione di trattamento al 100% perché non esiste uno speciale farmaco contro la malattia, e nei casi avanzati, l'80% dell'iniziale Ha sottolineato che anche nel trattamento con cortisone, che ha avuto successo negli anni, il successo è diminuito in seguito.

Affermando che i metodi di trattamento sperimentale sono usati contro la malattia infiammatoria intestinale che causa gravi problemi psicologici nei pazienti, Törüner ha affermato che il metodo "aferesi", che pulisce le cellule che causano la malattia dal sangue, è uno di questi trattamenti sperimentali.

Spiegando che il paziente di Crohn sulla ventina che si è sottoposto ad aferesi presso la Facoltà di Medicina dell'Università di Ankara non ha risposto ad alcun trattamento, sebbene sia stato tenuto in terapia intensiva per 1 anno. Dott. Murat Törüner ha condiviso le seguenti informazioni sull'applicazione in questione:

"Con il metodo di aferesi che abbiamo applicato al paziente, abbiamo filtrato le cellule che provocano una risposta eccessiva e inspiegabile nel sangue del paziente dal sistema circolatorio perché vede gli intestini come nemici. Man mano che queste cellule vengono eliminate, i sintomi della malattia infiammatoria intestinale nel paziente sono scomparsi. Università di Ankara Facoltà di Medicina Dipartimento di Gastroenterologia Turchia "Il Centro di aferesi terapeutica è uno dei centri più avanzati del paese con condizioni di sala operatoria. Affinché il metodo di aferesi abbia successo, è di grande importanza che sia eseguita in centri con condizioni avanzate sia in gastroenterologia che aferesi. "

Affermando che le fistole si sono aperte nell'intestino del paziente di Crohn il cui trattamento è stato completato, il paziente ritorna alla sua vita quotidiana con la scomparsa dei sintomi della malattia e i farmaci che sopprimono il sistema immunitario sono ridotti al minimo, "Tuttavia, questo fa non significa che il paziente sia completamente sano. Il follow-up deve continuare. "Potrebbe essere necessario ripetere dopo un po '", ha detto.

Affermando che lo stesso trattamento è stato iniziato per un'altra persona con colite ulcerosa, Törüner ha detto: "Anche questo paziente ha avuto problemi legati al farmaco. Abbiamo applicato la prima procedura la scorsa settimana. È necessario ripeterla altre 4 volte. Iniziamo a ottenere i risultati solo dopo la 3a procedura. Dopo ogni procedura, seguire lo sviluppo del paziente. "La percentuale di successo in questo sottotipo di malattia è superiore al 50%. Buoni risultati sono stati ottenuti da uno studio condotto in Germania."

"IL METODO NON HA EFFETTI COLLATERALI"

Responsabile del Centro di aferesi terapeutica della Facoltà di Medicina dell'Università di Ankara Prof. Dott. Osman İlhan ha riferito che il metodo di aferesi non ha avuto effetti collaterali.

Affermando che non è possibile applicare questo metodo a tutti i pazienti, İlhan ha affermato che può essere applicato ai pazienti approvati dalla Commissione di aferesi del Ministero della Salute con il rapporto di una delegazione di esperti di gastroenterologia.

"Con il metodo vengono raccolte le cellule di difesa che provocano infiammazioni a livello intestinale. Il sangue prelevato dal paziente con la tecnica dell'aferesi viene filtrato, i leucociti patogeni vengono separati e il sangue espulso da queste cellule viene restituito al paziente. La procedura viene eseguita una volta alla settimana per 5 settimane consecutive ".

Affermando che è possibile preparare un testo su cui i pazienti possono applicare il metodo di aferesi, İlhan ha affermato che questo problema sarà discusso anche nella Commissione di aferesi del Ministero della Salute.

Affermando che gli studi per la completa eliminazione della "malattia infiammatoria intestinale" con il trapianto di cellule staminali mesenchimali stanno continuando, İlhan ha affermato che è possibile ottenere il 100% di successo contro la malattia con questo trattamento.

Spiegando che con il trapianto di cellule staminali mesenchimali, si mira a distruggere completamente le cellule che causano la malattia nel midollo osseo del paziente e impedire che vengano rilasciate nella circolazione. Dott. İlhan ha detto quanto segue:

"Ci sono alcune ricerche sul trapianto di cellule staminali mesenchimali nel mondo. Uno di questi studi non ha avuto successo perché la cellula staminale prelevata dalla terza persona è stata trapiantata ai pazienti. Tuttavia, la cellula staminale prelevata dal paziente o dai suoi parenti con compatibilità tissutale dovrebbe essere trapiantata. la malattia intestinale può essere completamente debellata. "

CHE COS'È LA MALATTIA INTESTINALE DIAGNOSI?

La malattia infiammatoria intestinale, che è spesso un'infiammazione cronica (a lungo termine) del tratto digerente, progredisce con ulcere, gonfiore, lesioni, sanguinamento e danni alla parete intestinale.

In generale, esistono due diversi tipi di malattie infiammatorie intestinali, la "colite ulcerosa" e la "malattia di Crohn". Inoltre, esiste un tipo intermedio di malattia infiammatoria intestinale che non è esattamente come la colite ulcerosa o il morbo di Crohn.

Il compito più importante dell'intestino crasso è il riassorbimento dell'acqua nell'intestino nel sangue. Nella colite ulcerosa questa funzione non può essere realizzata a causa dell'infiammazione (infiammazione) nello strato che permette il riassorbimento dell'acqua. Pertanto, la diarrea si sviluppa come il sintomo più importante della malattia. L'infiammazione (infiammazione) in questo strato di rivestimento della mucosa provoca danni ai tessuti, quindi ulcere e sanguinamento.

La diarrea provoca un aumento dei movimenti intestinali e dolore addominale. Pertanto, nei pazienti si verificano sintomi come defecazione sanguinolenta, sanguinamento rettale (sanguinamento dal retto), dolore durante la defecazione, necessità urgente di defecazione, diarrea in corso, dolore addominale (spesso sotto forma di crampi), perdita di peso e febbre.

La malattia mostra occasionalmente riacutizzazioni e periodi di calma. Sebbene sia una malattia permanente, la normale vita attiva è possibile con il trattamento.

La colite ulcerosa viene spesso confusa con il morbo di Crohn. Nella colite ulcerosa, solo la parte superficiale che ricopre l'interno dell'intestino crasso (colon e retto)

Mentre lo strato (mucosa e sottomucosa) è malato, nella malattia di Crohn, questo può accadere ovunque nel tratto digestivo dalla bocca all'ano (retto). A differenza della colite ulcerosa, nella malattia di Crohn, nella parte dell'intestino dove si osserva la malattia, non solo lo strato superficiale della parete intestinale, ma tutti gli strati della parete intestinale sono malati.

messaggi recenti