I bambini prematuri ora sono più fortunati

È stato riferito che il 10% di 1 milione 250mila bambini in Turchia nasce prematuramente a causa di malattie come infezioni nella madre, cuore, reni e ipertensione, problemi di circolazione sanguigna tra la madre e il bambino e le possibilità di questi bambini sopravvivere sono aumentati in modo significativo con gli sviluppi della medicina.

Çukurova University (CU) Facoltà di Medicina, Dipartimento di Salute e Malattie Infantili, Membro di Facoltà Prof. Dott. Nejat Narlı ha detto all'Agenzia Anadolu (AA) che ci sono molti fattori che innescano un parto prematuro all'evento "Compleanno prematuro" tenutosi all'Adana Metro Hospital.

Spiegando che malattie come infezioni, cuore, reni e ipertensione nella madre e problemi derivanti dalla circolazione sanguigna tra la madre e il bambino sono le più importanti, Narlı ha affermato che con lo sviluppo di tecniche di riproduzione assistita, anche il parto prematuro può si verificano in gravidanza gemellare o tripletta.

Narlı ha affermato che tutto ciò riduce la qualità della gravidanza e ha detto: “I bambini nati sotto le 38 settimane sono considerati prematuri. Il tasso di natalità prematura nel mondo è di circa il 10%. Dei 1 milione 250mila bambini nati ogni anno nel nostro paese, il 10% è prematuro. La maggior parte dei bambini nati tra le 35 e le 38 settimane di età può essere data alla madre senza la necessità di cure nell'incubatrice. Tuttavia, i bambini nati sotto le 35 settimane potrebbero aver bisogno di cure in incubatrice e altri interventi medici necessari ", ha detto.

Spiegando che una media di 2 milioni di bambini sono nati in Turchia 15 anni fa, Narlı ha detto:

“Il tasso di natalità è diminuito, i bambini nati prematuramente hanno maggiori possibilità di sopravvivenza rispetto a prima. I bambini hanno più tempo per occupare le incubatrici. Questa è un'indicazione che i bambini hanno maggiori possibilità di sopravvivenza. Poiché il tasso di sopravvivenza dei bambini prematuri è aumentato, la necessità di incubatrici è ancora presente, se non così tanto come prima. Poiché il tasso di natalità dei neonati è diminuito rispetto a 15 anni fa, è diminuito anche il numero di bambini con problemi. Ci sono gravi differenze negli interventi medici e nei dispositivi utilizzati nei bambini rispetto a 15 anni fa. Questi sviluppi hanno aumentato significativamente le possibilità di sopravvivenza dei bambini prematuri. Il numero di dispositivi respiratori è aumentato, la consapevolezza riguardo al parto pretermine è migliorata. La collaborazione non solo dei medici neonatali ma anche di ostetrici e pediatri ha svolto un ruolo importante nello sviluppo di questa consapevolezza. Perché se c'è il rischio di parto prematuro prima della nascita del bambino, si cerca di ridurre i problemi che possono svilupparsi e si pianifica. Grazie a tutti questi sviluppi positivi, mentre il tasso di sopravvivenza nei bambini prematuri è aumentato in modo significativo rispetto a 10 anni fa, si riducono anche problemi come la disabilità nei bambini che vivono ".

Narlı ha anche detto che l'intero sistema di organi del bambino prematuro è a rischio.

Spiegando che i bambini prematuri sono fragili e quindi tutti i tentativi dovrebbero essere delicati, Narlı ha detto: "Il processo di rianimazione dei bambini con peso alla nascita molto basso inizia nell'utero prima che il bambino nasca. La procedura più importante eseguita in questa fase sono i farmaci che vengono somministrati alla futura mamma che è a rischio di parto pretermine e che forniranno un migliore sviluppo dei polmoni del bambino. "Se si applica questo farmaco, le possibilità di sopravvivenza del bambino aumentano e si riducono al minimo i problemi legati agli organi e ai sistemi di parto prematuro".

Affermando che la diminuzione delle morti premature è un posto importante nelle morti infantili, dove viene misurato il livello di sviluppo dei paesi, Narlı ha continuato come segue:

“Interventi speciali, rianimazione e trattamento, comprese tecniche come pressione appropriata, densità di ossigeno e iniezione diretta del farmaco per migliorare i polmoni, giocano un ruolo molto importante nei primi minuti di vita di un bambino. Questi tentativi di garantire lo sviluppo del polmone e mantenerne al minimo i danni influenzano la qualità della vita del bambino non solo nelle ore postnatali, ma anche per tutta la vita. I neonati vengono monitorati nel reparto di terapia intensiva fino a quando non raggiungono un livello in grado di fornire da soli una respirazione adeguata e, in futuro, sono strettamente monitorati di fronte al problema della nutrizione e della dipendenza dall'ossigeno. Poiché esiste un'elevata possibilità di infezione nei polmoni, è utile applicare un vaccino ad alta tecnologia ai bambini prematuri, soprattutto in inverno, una volta al mese ".

messaggi recenti