Che cos'è lo shock settico e come viene compreso?

Lo shock settico o sepsi (avvelenamento del sangue) è diffuso in tutto il mondo, ed è la malattia meno conosciuta con un tasso di mortalità anche superiore a un infarto. Qualsiasi microbo o semplice infezione può sempre causare sepsi. È una catena di reazioni che impedisce il funzionamento di più di un organo che si sviluppa a causa di un'infezione, può arrivare a un tavolo d'urto e il corpo reagisce contro l'infezione.

Specialista in ginecologia e ostetricia op. Dott. Coşkun Şimşir “Lo shock settico si verifica quando gli organi vengono danneggiati a causa dell'eccessiva risposta incontrollata del sistema immunitario contro le infezioni. La rapida interruzione delle funzioni vitali di base del corpo aumenta il rischio di morte. Nei casi in cui l'infezione non è controllata, provoca insufficienza d'organo acuta in organi come cuore, polmone, reni, fegato, soprattutto nei sistemi circolatorio e respiratorio. Allo stesso tempo si verificano compromissione delle funzioni renali, paralisi intestinale, coinvolgimento del sistema nervoso centrale, bassa conta piastrinica nel sangue e coagulazione intravascolare diffusa ”.

Come viene riconosciuto lo shock settico?

Sebbene sia diffusa nel mondo, è una delle malattie meno conosciute e più mortali. Il tasso di mortalità è compreso tra il 30 e il 70 percento. Circa 20-30 milioni di persone sviluppano la sepsi ogni anno. Circa 100mila di loro costituiscono casi di sepsi materna. Ogni ora in tutto il mondo, 40-50 persone muoiono di sepsi. Le infezioni che causano la sepsi possono provenire da qualsiasi focolaio, in particolare i polmoni, le vie urinarie, l'addome e l'utero.

I batteri, il tipo più comune di stafilococco-steptococcus, sono più raramente causati da virus, funghi e parassiti. Per essere protetti dallo shock settico, è necessario rivolgersi al più vicino istituto sanitario in caso di aumento o diminuzione della febbre, aumento della frequenza cardiaca, aumento della frequenza respiratoria, aumento o diminuzione della conta dei globuli bianchi (leucociti). Come risultato di shock settico, si verificano confusione, pressione sanguigna bassa e coagulazione intravascolare diffusa. Alla fine di questa situazione, il riciclaggio è molto difficile o addirittura impossibile.

Sei nel gruppo a rischio?

Rischio di shock settico; Nella fascia di età prematura - neonatale o avanzata, l'aumento della frequenza di uso errato e inconscio di antibiotici, donne in gravidanza, cancro, diabete, cirrosi, AIDS, BPCO, ecc. Che indeboliscono il sistema immunitario. Nelle malattie croniche, l'uso di cateteri e tubi endovenosi nel tratto respiratorio è aumentato a causa della soppressione del sistema immunitario nei tossicodipendenti, nei pazienti in terapia intensiva a lungo termine, dopo interventi chirurgici importanti e biopsia, sottoposti a trattamento con cortisone, fumo eccessivo e uso di alcol.

Nonostante lo sviluppo della medicina moderna, della terapia intensiva e delle tecnologie antibiotiche, la frequenza della sepsi sta gradualmente aumentando. Oggi, nei paesi sviluppati, lo stress eccessivo, l'aumento della popolazione anziana, l'aumento del parto prematuro di neonati, la presenza di batteri resistenti a seguito di un uso errato e inconscio di antibiotici, l'uso di farmaci che distruggono il sistema immunitario e l'aumento nel numero di AIDS, è stato attribuito l'aumento del numero di procedure interventistiche e interventi chirurgici. Nei paesi in via di sviluppo e sottosviluppati, cause come povertà, malnutrizione, basso tasso di vaccinazione, mancanza di centri sanitari con cure precoci e adeguate causano la sepsi.

È possibile evitare lo shock settico?

Per mantenere il nostro sistema immunitario in uno stato forte, è necessario avere una vita senza stress, divieto di fumo, alcol, consumo di droghe, una dieta equilibrata e il rispetto delle condizioni igieniche, vaccinazioni e la giusta politica antibiotica. La diagnosi precoce e il trattamento immediato della sepsi sono molto importanti e significa salvare vite umane. È richiesto un approccio multidisciplinare, una terapia complessa e di gruppo. La terapia antibiotica, il supporto respiratorio, il carico di liquidi sono vitali per combattere le infezioni, aumentare la pressione sanguigna e prevenire la disidratazione.

messaggi recenti