Tutte le incognite sulla chirurgia del colon

Speciale Rosa Melograno

Cosa aspettarsi dopo la chirurgia del colon?

Nella chirurgia dell'intestino crasso, dopo che la sezione malata è stata rimossa, il paziente può essere collegato al paziente effettuando l'anastomosi in base alle condizioni e alla localizzazione della malattia, oppure può essere necessario mettere in bocca l'intestino, che chiamiamo stomia, alla parete addominale e avere uno sgabello.

Fare un'anastomosi: Se gli intestini rimanenti sono collegati tra loro e trattati senza stomia, il paziente ingrasserà normalmente, come nella sua vita precedente.

Stomia: È lo stato di connessione dell'intestino rimanente alla parete addominale dopo che il taglio intestinale malato è stato rimosso chirurgicamente. I movimenti intestinali dei pazienti sono raccolti in una borsa qui. Se questo intestino di connessione è l'intestino tenue, si chiama ileostomia, iscolostomia dell'intestino crasso. Queste stomie possono essere temporanee e permanenti. Se verrà chiuso dopo un certo periodo di tempo, di solito dopo 1-2 mesi, si parla di stomia temporanea e talvolta può essere aperto per tutta la vita.

Chirurgia della proctocolectomia: In alcune malattie, a seguito della rimozione dell'intero intestino crasso e del retto e del collegamento di una sacca dall'intestino tenue all'ano, i pazienti possono mantenere il normale percorso di defecazione, ma possono verificarsi frequenti attacchi di diarrea.

Dovresti essere informato in dettaglio su quale o quale di queste situazioni può accaderti prima dell'intervento con il tuo medico che eseguirà il tuo intervento.

Se una stomia viene aperta al paziente durante l'intervento, il paziente deve essere istruito dall'infermiere specializzato in stomie su come pulire e mantenere questa stomia e su come cambiare la sacca e l'adattatore.

Cosa si dovrebbe fare durante la chirurgia del colon?

Il giorno dell'intervento il paziente viene portato nella sala di preparazione chirurgica. Vengono monitorati la pressione sanguigna, i segni vitali e la respirazione del paziente. Dopo che i preparativi sono stati completati, viene portato in sala operatoria e al tavolo. Una dose di antibiotico viene somministrata per via endovenosa. Poiché l'operazione viene eseguita in anestesia generale, il paziente dorme completamente durante l'intera operazione.

Dopo l'operazione, devi seguire esattamente ciò che ti viene detto. Anche se ti senti bene dopo la chirurgia laparoscopica, ci vuole un po 'più di tempo prima che il tuo corpo riacquisti la salute.

- Dovresti alzarti dal letto il giorno dopo l'intervento e provare a camminare.

- Puoi svolgere le tue normali attività quotidiane in una o due settimane. Questi; come fare la doccia, guidare, salire le scale, lavorare e avere rapporti sessuali.

- Nella 2a settimana, dovresti venire dal tuo medico per un controllo.

Nutrizione dopo la chirurgia del colon

È opportuno rimanere in ospedale fino all'inizio dei movimenti intestinali. Durante questo periodo, di solito sono 3-5 giorni. Soprattutto il primo giorno, tutte le esigenze di liquidi ed elettroliti vengono soddisfatte per via endovenosa. Anche se varia da chirurgo a chirurgo, a seconda del paziente e della sua malattia, solo il cibo acquoso, che chiamiamo regime 1, può essere iniziato il primo giorno. Osservando i movimenti intestinali e le condizioni generali del paziente, dal secondo giorno, iniziamo gradualmente ad abituarci ai cibi che chiamiamo regime 2 come la zuppa e lo yogurt. Giorno dopo giorno, il grado e la quantità del regime vengono aumentati e si cerca di iniziare una dieta vicina al cibo normale entro circa 1 settimana.

Quali complicazioni si verificano?

Dopo l'intervento chirurgico all'intestino crasso, possono verificarsi molte complicazioni indesiderate di varie dimensioni. Alcune complicazioni sono legate allo stato di salute generale del paziente, altre sono legate al tipo di intervento chirurgico al colon scelto.

Sanguinamento

- Infezione

- Perdita da anastomosi intestinale

- Danni agli organi vicini, come l'intestino tenue, la vescica e l'uretere

Formazione di coaguli in organi vitali come polmoni e cervello.

Se queste complicazioni vengono notate precocemente, le possibilità di trattamento sono più alte, quindi se noti prima i tuoi disturbi di dolore addominale, brividi, febbre e sanguinamento rettale e puoi intervenire precocemente, la prima settimana dopo l'intervento è la settimana più rischiosa. Queste complicazioni possono verificarsi dopo una settimana, anche se di poco, quindi se hai i suddetti reclami dopo la dimissione, dovresti consultare immediatamente il tuo chirurgo.

Quando dovresti chiamare il tuo dottore?

Se si sviluppa una delle seguenti condizioni, chiamare immediatamente il medico:

Febbre ostinata

Sanguinamento rettale

Aumento del gonfiore nell'addome

Dolore addominale che non può essere alleviato dagli antidolorifici

Nausea e vomito in corso

Rabbrividendo

Tosse persistente e mancanza di respiro

- Pus proveniente dal sito della ferita

- Eruzione cutanea in crescita nel sito della ferita

Quando non puoi assumere cibi liquidi

messaggi recenti