Suggerimenti sulla sessualità per i cardiopatici ...

Prof. Hattat sottolinea che tutto ciò che colpisce il cuore influisce anche sulla sessualità e spiega: “Tutto ciò che colpisce il cuore influisce anche sulla sessualità. In altre parole, qualsiasi problema che interesserà i vasi cardiaci (diabete, ipertensione, problema di colesterolo, formazione di placche, fumo, consumo eccessivo di alcol, vita sedentaria) provoca anche danni ai vasi che portano all'area sessuale. Per questo motivo, vari problemi sessuali, in particolare i problemi di erezione, sono più comuni nelle malattie cardiache, nel diabete, nella pressione sanguigna e nell'arteriosclerosi. Il problema dell'erezione sotto forma di circolo vizioso può aumentare ancora di più sviluppando l'ansia per le prestazioni negli uomini che soffrono di mancanza di desiderio, disfunzione erettile e insoddisfazione ".

Prof. Dott. Halim Hattat spiega che il problema dell'erezione dopo un attacco di cuore o un bypass può verificarsi per ragioni sia fisiche che psicologiche: “Se un uomo ha dolore al cuore durante un movimento faticoso o mentre fa sesso, può avere paura e psicologicamente avere una disfunzione erettile. In questo caso, possono essere utilizzati farmaci del gruppo nitrato che rilassano i vasi (ma questi non possono essere presi nemmeno con farmaci indurenti). La paura dell'attacco cardiaco e della morte può anche interrompere l'erezione creando ansia da prestazione. I medicinali usati nelle malattie cardiache possono anche ridurre il desiderio sessuale e causare problemi di erezione. In questo caso, se è adatto al paziente, discutiamo con il cardiologo e discutiamo se possono essere utilizzati farmaci che influenzano meno la sessualità. Tuttavia, se questi farmaci devono essere usati, allora diciamo al paziente che questo è importante per la sua vita. In questo caso, offriamo altre raccomandazioni ai pazienti. Insegniamo diversi aspetti della sessualità. Dopo il bypass, può svilupparsi una dipendenza psicologica dai farmaci del gruppo nitrato a causa delle paure. In questo caso, offriamo anche un aiuto psicologico. A volte riceviamo aiuto da farmaci per l'ansia o la depressione ".

Prof. Dott. Halim Hattat afferma che dopo l'intervento di bypass, molti pazienti sono più arrabbiati, più impazienti di prima, molte persone che hanno un attacco di cuore possono sentirsi ansiose, depresse e angosciate, e anche i loro partner potrebbero pensare che non gli piacciono:

“Un'altra situazione è che il partner diventa iperprotettivo, il che può demoralizzare il paziente. Inoltre, se si verificano problemi sessuali, la fiducia in se stessi del paziente può essere danneggiata. La persona può avere paura di iniziare la sessualità o addirittura una possibile morte. A volte i pazienti possono sperimentare una situazione chiamata ansia da prestazione riguardo al fatto che mostreranno le loro precedenti prestazioni sessuali. Questo può portare a problemi di indurimento psicologico. Tutte queste situazioni possono ridurre il desiderio sessuale del paziente e distrarlo dal suo partner. Per questo motivo, coloro che hanno malattie cardiovascolari dovrebbero assolutamente rivolgersi a uno specialista per i loro problemi sessuali. L'esame dei fattori alla base dei problemi sessuali, il trattamento dei fattori organici con trattamenti medici e la terapia sessuale per problemi come l'ansia da prestazione possono aiutare. A volte anche solo condividere le preoccupazioni con il medico e parlare dei propri problemi con il partner mette un grande fardello sul paziente. Vediamo un'ansia estrema, specialmente nelle donne i cui mariti sono aggirati o hanno un attacco di cuore. Tuttavia, quando il paziente attraversa il processo di guarigione ed è pronto per la sessualità, i coniugi possono incolpare se stessi se evitano lo stare insieme. Non si sentono attraenti come una volta. In questo caso, la comunicazione è molto importante. In coppia, raccomandiamo che parlino apertamente delle loro esperienze, paure, desideri e sentimenti dopo un'operazione del genere. Una tale comunicazione avvicina la coppia e li incoraggia a cercare soluzioni.

Roadmap sulla sessualità con 5 raccomandazioni d'oro per i pazienti cardiopatici

Prof. Dott. Halim Hattat offre in particolare i seguenti suggerimenti:

1. La mancanza di conoscenza è la ragione principale per cui le coppie rinunciano alla sessualità dopo un infarto o dopo un bypass. Normalmente, può tornare alla sessualità dopo circa 16 settimane dopo un infarto. Molti esperti ritengono che sia sufficiente un periodo di attesa di circa 8-14 settimane. Questo periodo ovviamente dipende dai desideri del paziente, dal livello di forma fisica generale e dalle conoscenze. Il miglior test per stabilire se puoi fare sesso dopo una malattia cardiaca è questo: se riesci a camminare per circa 15-20 minuti senza sintomi come disagio, dolore, palpitazioni e mancanza di respiro nel petto, significa che sei pronto per il sesso . Tuttavia, è imperativo non dimenticare di consultare un medico qui! Di conseguenza, dopo l'intervento chirurgico di by-pass, i pazienti dovrebbero imparare quali e con quale intensità le attività possono svolgere senza sforzare le ossa del seno. Molte persone sono incoraggiate a camminare e muoversi subito dopo l'intervento chirurgico. Per tornare all'attività sessuale dopo il by-pass, è necessario prima possedere una buona capacità cardiaca. È necessaria una buona dieta e un programma di esercizi.

2. Le coppie che hanno paura dei rapporti sessuali possono iniziare le loro relazioni prima con la stimolazione individuale. In effetti, non c'è differenza di sforzo tra le posizioni scelte. Quindi è sufficiente che la coppia si senta a proprio agio nello stile che sceglie. Tuttavia, con un corretto programma di esercizi e condizionamento nel tempo sotto la supervisione di un medico, è possibile correggere il livello di forma fisica dell'uomo e restituire le vecchie posizioni. Naturalmente, ci sono alcuni segnali di allarme che mostrano abbuffate sexy: se c'è dolore al petto durante o dopo il sesso, palpitazioni cardiache che durano 15 minuti o più, un'insonnia e un disagio inaspettati dopo il sesso, se c'è una sensazione di stanchezza che continua fino a quando il giorno successivo, è necessario consultare un medico.

3. Se la persona sottoposta a bypass ha problemi di erezione, è possibile ottenere aiuto dai farmaci che forniscono l'erezione. Nel trattamento del problema dell'erezione, possiamo ottenere aiuto da trattamenti di iniezione, farmaci inseriti nell'uretra e protesi peniene note come barre della felicità nei casi più avanzati.

4. I farmaci usati per la disfunzione erettile nelle persone con problemi cardiovascolari possono dare ottimi risultati. Tuttavia, i pazienti che usano farmaci del gruppo nitrato non dovrebbero usare questi farmaci. Va anche sottolineato che questi tipi di farmaci funzionano solo quando c'è desiderio sessuale. In altre parole, questi farmaci non funzionano per le persone che non desiderano il proprio partner. Alcuni pazienti possono essere psicologicamente influenzati dall'assunzione dei farmaci in questo modo e vedendo che non funzionano e possono allontanarsi completamente dalla sessualità.

5. Il partner dovrebbe anche essere istruito sui farmaci usati nella disfunzione erettile. Di conseguenza, questi farmaci sono efficaci entro un certo periodo di tempo. Questo può portare ad alcuni cambiamenti nella vita sessuale della coppia. L'uomo prende la medicina e si prepara, mentre la donna impiega più tempo per essere stimolata. Oppure la donna e l'uomo pensano che lo desideri solo per via della medicina. Tuttavia, questi farmaci funzionano solo se l'uomo è disposto. Per questo motivo insegniamo l'uso dei farmaci sia ai loro partner che ai pazienti.

messaggi recenti