Cause e trattamento dei peli incarniti

Poiché i peli incarniti si vedono solitamente nei giovani uomini sulla trentina e nel coccige, prevale l'opinione che questo problema possa essere causato da peli in eccesso e duri. Tuttavia, lo specialista di chirurgia generale Dr. "Ma oggi, grazie a metodi minimamente invasivi, le persone possono sbarazzarsi di questo disagio in un tempo più breve e tornare rapidamente alla vita quotidiana", afferma Hakan Yardimci.

Anche se sembra un problema minore, provoca disturbi come peli incarniti, dolore al coccige, secrezione, gonfiore, odore, sanguinamento, infiammazione e prurito, che riducono la qualità della vita della persona. Mentre alcuni non danno alcun sintomo per molto tempo, si manifesta principalmente con lo sviluppo di ascessi nel coccige. I peli incarniti, che sono generalmente presenti nella popolazione giovane e maschile, non sono un problema di salute visto solo in quelli con peli corporei eccessivi e duri.

Affermando che lo stesso problema può essere visto nelle ragazze che non hanno la densità dei capelli nella regione, lo specialista di chirurgia generale Dr. "L'eccessiva sudorazione, il solco stretto e profondo del coccige e la lunga permanenza dei capelli che si accumulano nell'area possono anche portare alla crescita dei capelli", afferma Hakan Yardimci. Inoltre, stare seduti a lungo, l'obesità e la scarsa igiene della regione predispongono anche al disagio.

Si diffonde come un molehill!

Quando i peli incarniti non vengono trattati, il problema peggiora. In casi a lungo termine e non trattati, può verificarsi un'infezione cronica sotto la pelle a causa dell'infiammazione della cavità cistica. Nei periodi in cui l'infezione è grave, febbre e secrezione infiammatoria si accompagnano a vicenda. Dott. Hakan Yardimci sottolinea inoltre che il disagio può diffondersi in diversi punti:

"Il disagio può formare fistole fino a sinistra o destra della linea mediana, formando nuovi orifizi del seno e può diffondersi a vaste aree sotto la pelle come un foro di talpa. Nei peli incarniti, le persone che non sono state trattate per molto tempo (15-35 anni) raramente sviluppano il cancro dell'epidermoide (della pelle), ma questa situazione si sviluppa a causa dell'infezione cronica e dell'irritazione cronica.

La parte peggiore è la sua ricaduta

Anche se la cisti formata nei peli incarniti viene rimossa chirurgicamente, esiste la possibilità di recidiva. Tuttavia, ci sono alcune precauzioni che possono essere prese per prevenire il ripetersi. Una buona preparazione prima dell'intervento, la rimozione dell'infezione, una buona igiene, un modello di intervento appropriato e un intervento meticoloso prevengono possibili ripetizioni. Sottolineando la necessità di proteggere la ferita nel primo periodo postoperatorio e di prestare attenzione alle raccomandazioni del medico, il dott. Hakan Yardimci ha dichiarato: “In futuro, è molto importante pulire l'area operativa dai peli e garantire l'igiene dell'area.

La pulizia dei capelli nel coccige dopo l'intervento chirurgico può prevenire le recidive anche da soli ". dice. Suggerendo un metodo di epilazione laser per la depilazione, il Dr. Hakan Yardimci continua così le sue parole: “Tuttavia, non lo consigliamo nei primi mesi in quanto la pelle può essere sensibile nel primo periodo postoperatorio. È invece più comodo pulirlo accuratamente con un rasoio. Inoltre, l'epilazione laser è utile in termini di prevenzione, soprattutto per le persone con peli molto densi e duri nel coccige o per le persone che sono inclini a malattie nella loro famiglia.

Il trattamento più efficace, la chirurgia

Il trattamento efficace dei peli incarniti viene eseguito chirurgicamente. Affermando che sebbene ci siano diversi metodi utilizzati da anni nel trattamento chirurgico della malattia, i metodi minimamente invasivi hanno acquisito importanza oggi. Hakan Yardimci fa un esempio di laser a diodi, che è diventato uno di questi metodi negli ultimi anni: “Le persone sono ora nel trattamento chirurgico dei peli incarniti; Vuole che l'intervento richieda poco tempo e che possa tornare alle attività quotidiane e lavorare presto dopo l'intervento.

Nel metodo laser a diodi, che li rende possibili, la procedura può essere eseguita con anestesia generale o locale, non c'è ferita di grandi dimensioni e non c'è bisogno di punti di sutura.

La fistola viene chiusa con il laser

Il metodo laser a diodi, che è una tecnologia laser, viene utilizzato per chiudere la fistola (tunnel) causata da peli incarniti. Il laser a diodi permette di chiudere la fistola collassando sul tessuto stesso grazie all'energia che fornisce.

Ha lo scopo di ridurre la cavità cistica iniziando un ciclo di trattamento antibiotico orale prima dell'operazione. Durante l'operazione, la cavità della cisti viene accuratamente pulita utilizzando una piccola curette a punta fine prima di iniziare la procedura del laser a diodi. Quindi, il laser viene applicato entrando attraverso la bocca del seno dove sono presenti i peli incarniti. Grazie al metodo, l'intero spazio vuoto viene chiuso e questa parte del processo richiede 10-15 minuti.

messaggi recenti