Non pulire troppo la zona genitale!

Non è consigliabile utilizzare antisettici, soprattutto per la pulizia degli organi genitali.

Contrariamente a quanto noto al pubblico, un'igiene eccessiva non previene le infezioni delle vie urinarie. Al contrario, sostanze igieniche e antisettici utilizzati inconsciamente possono disturbare la flora microbica negli organi genitali, determinando un aumento dei microbi dannosi e quindi il rischio di infezione. Anadolu Health Center Specialista in urologia Prof. Dott. Yalçın İlker sottolinea che gli antisettici possono causare un aumento dei microbi dannosi interrompendo la flora microbica presente nella vagina, portando così al rischio di infezione e aggiunge: "L'abitudine di pulire dopo il bagno gioca anche un ruolo importante nella prevenzione delle vie urinarie infezioni del tratto. La pulizia deve essere dalla parte anteriore a quella posteriore. Altrimenti, i microbi nel tratto anale possono essere trasmessi alle vie urinarie ".

Le infezioni del tratto urinario sono uno degli antibiotici più comunemente usati negli adulti. Questo disturbo, che di solito si manifesta nelle persone sane, viene trattato in regime ambulatoriale. Tuttavia, quando il trattamento viene trascurato, la malattia può causare immagini gravi.

Prof. Dott. Yalçın İlker ha detto: “Il mancato trattamento di queste infezioni può portare a infiammazioni renali, perdita di reni e persino morte. Il 75% di tutte le infezioni del tratto urinario sono causate da bacilli di E. coli. Il motivo per cui è visto 25 volte di più nelle donne che negli uomini è che il tratto urinario dopo la vescica è molto più corto nelle donne. Le infezioni della ghiandola prostatica causano gravi problemi di salute negli uomini e il processo di trattamento è più difficile. Perché non è possibile eliminare completamente i batteri che si sono depositati nella ghiandola prostatica ". Aggiunge: “Quando abbiamo l'urina, i batteri entrano principalmente nel buco in cui uriniamo. La resistenza del corpo spesso uccide i batteri che nel frattempo cercano di penetrare nelle vie urinarie. Ma quando non viene ucciso o quando entra un gran numero di batteri, provoca un'infezione. La ragione principale per la sua presenza nelle donne sono i batteri che entrano durante i rapporti sessuali. Per evitare ciò, è necessario urinare dopo il rapporto sessuale. Perché svuotare la vescica dopo il rapporto ha un effetto protettivo ".

Infezioni più comuni nel tratto urinario e loro sintomi

L'infezione più comune del tratto urinario è causata dalla vescica urinaria. Il primo sintomo di questa infezione, chiamata "cistite", è la minzione frequente. La sua frequenza cambia da ogni 1,5 ore a ogni 15 minuti. Questa situazione è accompagnata dalla sensazione di bruciore durante la minzione. Il sanguinamento nelle urine e la febbre lieve sono tra i sintomi rari.

Diagnosi e metodi di trattamento

Prof. Dott. Yalçın İlker richiama l'attenzione sull'importanza dei metodi di diagnosi e trattamento nelle infezioni del tratto urinario. İlker ha detto: “Dopo questi reclami che portano la persona dal medico, viene eseguito un esame fisico. La sensibilità viene rilevata nell'area della vescica urinaria. Vengono eseguite l'analisi delle urine e l'urinocoltura. Se si verificano segni di infezione in questi test, gli antibiotici vengono determinati in base al tipo di infezione e il trattamento viene avviato. Generalmente, il processo di trattamento della durata di 3-5 giorni è sufficiente per eliminare l'infezione. " dice.

Prof. Dott. Yalçın İlker afferma che la cistite è una condizione comune durante la gravidanza, ma poiché non tutti gli antibiotici vengono utilizzati durante la gravidanza, le donne dovrebbero assolutamente consultare un medico e assumere il farmaco appropriato. “La cistite è comune anche quando l'attività sessuale aumenta improvvisamente. Per questo motivo, le infezioni delle vie urinarie che si verificano soprattutto nelle coppie che vanno in luna di miele sono chiamate "cistite da luna di miele". dice.

L'importanza di prelevare campioni microbiologici nelle infezioni del tratto urinario

Sebbene sia più comune nelle donne, le infezioni del tratto urinario, che non vengono sottovalutate nei pazienti di sesso maschile, possono causare quadri gravi in ​​pazienti che non sono trattati con gli antibiotici corretti. Attirando l'attenzione su questo problema, lo specialista in malattie infettive dell'Anadolu Medical Center Dr. Elif Hakko sottolinea che gli antibiotici da utilizzare nel trattamento di infezioni così comuni e che possono avere gravi conseguenze dovrebbero essere selezionati alla luce dei dati microbiologici. Dott. Hakko fornisce le seguenti informazioni sull'argomento: “In generale, i batteri nell'intestino causano infezioni del tratto urinario. La causa più comune di infezione del tratto urinario è "Escherichia coli", noto nella società come E. coli. Quando questi e altri batteri simili incontrano gli antibiotici, sviluppano resistenza e rendono gli antibiotici inefficaci. Per questo motivo, prima di iniziare il trattamento (senza assumere nemmeno una singola dose di antibiotici), è necessario determinare a quali antibiotici il paziente è sensibile mediante coltura microbiologica. In questo modo si previene un trattamento efficace con i giusti antibiotici e la resistenza dei batteri ".

Infezioni della prostata che richiedono un trattamento a lungo termine; Dott. Hakko afferma che ci sono altri metodi utilizzati nella diagnosi di alcuni batteri che non crescono in coltura, come il micoplasma, la clamidia e l'ureoplasma. Questi test, che possono essere studiati nelle urine e nei campioni di sangue, aiutano a determinare direttamente i batteri ea fornire un trattamento efficace con una terapia mirata. Dott. Hakko sottolinea che non c'è riproduzione nell'urinocoltura, che non risponde all'antibiotico somministrato, e sarà utile eseguire questi test nelle infezioni ricorrenti.

messaggi recenti