Malattia dello specchio: dismorfofobia

Il disturbo da dismorfismo corporeo, noto anche come dismorfofobia, è un grave disturbo mentale comune in tutto il mondo. Anche se in realtà sembrano normali, credono di essere brutti. Chi soffre di questa condizione può smettere di lavorare e socializzare, restare a casa e persino pensare al suicidio.

Lo psicologo clinico esperto e ipnoterapeuta Mehmet Başkak ha fornito importanti informazioni sulla dismorfofobia, popolarmente conosciuta come 'malattia dello specchio':

COME UNA bestia brutta, deforme, disgustosa ...

“Una persona dismorfofobica è ossessionata dalla forma e dall'aspetto di uno qualsiasi dei suoi organi, non è ipocrita, pensa di essere brutta. Anche se tutti dicono che è normale, è a disagio, pensa ancora che sia brutto. Anche se va da estetiste o si sottopone a dieci operazioni, non è soddisfatta del suo aspetto. Nel bel mezzo delle faccende quotidiane, durante le conversazioni, seduti a tavola, leggendo; In effetti, ovunque e in qualsiasi momento della giornata, è qualcuno che è veramente insoddisfatto della paura della bruttezza.

Se c'è una leggera anomalia fisica, l'ansia della persona raggiunge proporzioni estreme. Questa ansia causa disagio clinicamente significativo o disfunzione in aree sociali, professionali o in altre aree importanti.

Le persone dismorfofobiche fraintendono il loro aspetto, anche se il difetto visivo percepito è minimo o non ci sono difetti estetici. Possono vedersi come un mostro brutto o deforme, persino cattivo. Le preoccupazioni di solito si concentrano sul viso o sulla testa. È difficile controllare o resistere all'ansia dell'apparenza. Ruba una media di 3 - 8 ore al giorno dalla vita di questo individuo. Queste ansie sono spesso associate a paura del rifiuto e bassa autostima, sentimenti di vergogna, inutilità e spiacevolezza.

Inoltre, la maggior parte dei pazienti ha la percezione che gli altri si trovino brutti osservando il loro difetto, parlandone o prendendolo in giro.

PRENDE POCHE ORE AL GIORNO

La maggior parte dei pazienti mostra comportamenti compulsivi ripetitivi. I comportamenti comuni includono il controllo dello specchio, il confronto con gli altri, la cura eccessiva (trucco, acconciatura), il camuffamento (cappello, vestiti o trucco), frequenti cambi di vestiti, ricerca di sicurezza, desquamazione e dieta. Questi comportamenti richiedono alcune ore al giorno e sono difficili da controllare.

Ad esempio, anche se è completamente magro, potrebbe essere in costante ricerca dicendo che ho bisogno di perdere mezza taglia in più. Possono essere necessarie ore per confrontare la forma del tuo naso con quella degli altri. Può pasticciare con il mento ...

INIZIA NELLA PRIMA ADOLESCENZA

Sebbene le sue basi possano essere formate durante l'infanzia, la dismorfofobia di solito si manifesta nella prima adolescenza, insieme ai problemi dell'adolescenza. Nell'adolescenza, è una caratteristica periodica che le persone siano generalmente preoccupate per il proprio aspetto, trovino brutti un brufolo, il naso o un altro elemento fisico e lo sopravvalutino.

Tuttavia, in coloro che hanno problemi estremi con l'essere ammirati, accuditi, accettati e hanno problemi di autostima e fiducia, questo problema può essere associato a un elemento fisico e, anche dopo il periodo dell'adolescenza, la percezione del difetto fisico può essere permanente e questo può diventare un'ossessione.

Prestare attenzione a questa situazione nell'adolescenza e determinare che il problema è in realtà più psicologico che fisico durante questo periodo può prevenire la persona che soffre di dismorfofobia in età adulta.

VAI DAL MEDICO DELL'ANIMA PRIMA DELL'ESTETICA

La dismorfofobia può essere difficile da diagnosticare nel mondo di oggi, dove i chirurghi estetici stanno diventando più comuni e le operazioni estetiche sono considerate più normali, perché molti pazienti sono dell'umore giusto per ricorrere semplicemente all'estetica per un aspetto più levigato. Hanno paura di parlare dei loro sintomi, temendo che le loro preoccupazioni vengano frustrate. Tuttavia, anche se i medici estetici eseguono per loro l'operazione più appropriata, non sono mai contenti e continuano a lamentarsi, dopodiché vengono solitamente indirizzati a uno psichiatra / psicologo.

• Pensi costantemente alle condizioni fisiche in cui ti senti a disagio, confrontale sempre con le altre e sii infelice?

• Il pensiero che non ti piace, che sembri molto brutto, si è trasformato in pensieri ricorrenti?

• Pensi che tutti vedano e prestino attenzione al tuo organo che trovi brutto e che ti trovi molto brutto a causa di quell'aspetto?

• Tendi sempre a nascondere il tuo aspetto o una parte del tuo corpo, evitando sempre la comunicazione solo perché le persone lo vedranno?

• Questa preoccupazione per il tuo aspetto ha un impatto sulla tua vita? Se c'è: ha influenzato negativamente in modo significativo la tua vita sociale, il lavoro scolastico, la vita lavorativa o altri aspetti della tua vita?

Se sei preoccupato per il tuo aspetto in qualche modo e la tua mente è costantemente occupata da questa preoccupazione e hai avuto queste preoccupazioni per un bel po 'di tempo; Chi ha caratteristiche simili a queste situazioni ha bisogno di un professionista della salute mentale prima di un estetista, perché il problema è psicologico. Anche se il miglior intervento estetico viene applicato a un organo che necessita di correzione, il problema potrebbe continuare.

C'È TRATTAMENTO?

Gli individui dismorfofobici possono avere amici limitati o assenti ed evitare relazioni e altre interazioni sociali. Provano uno stress insolitamente alto e la loro qualità di vita è notevolmente bassa.

Molti pazienti mostrano anche menomazioni nella loro carriera accademica, professionale o nella funzione di ruolo. Qualcuno che soddisfa alcuni dei criteri di cui sopra deve ammettere che ha bisogno di uno psicologo prima di un estetista.

La maggior parte dei pazienti dismorfofobici insiste nel cercare un trattamento chirurgico. In preda alla disperazione, alcuni tentano persino di eseguire il proprio intervento chirurgico (ad esempio, tentando di fare un lifting con le graffette).

Le persone non qualificate possono rivolgersi ai cosiddetti estetisti sotto le scale. Alcuni pazienti che non sono soddisfatti delle modalità di trattamento possono sperimentare alti livelli di problemi psicologici o essere violenti nei confronti del medico, fino al rischio di suicidio.

Di solito, a seconda del background psicologico del problema vissuto dalla persona, il trattamento può richiedere un tempo lungo o breve. A seconda dell'approvazione dell'esperto, i farmaci e le psicoterapie di accompagnamento possono aiutare le persone a trovare la pace in un certo periodo di tempo.

La terapia cognitivo comportamentale e il supporto ipnoterapico di accompagnamento possono fornire seri benefici a tali pazienti. Il processo di trattamento deve avvenire su base psicologica prima di un intervento estetico e le possibilità di recupero sono sempre alte nel trattamento psicologico.

messaggi recenti