Se hai crampi alle gambe, fai attenzione!

Sottolineando che la malattia vascolare delle gambe significa il restringimento o l'occlusione delle arterie ai piedi e alle gambe, il Prof. Dott. Cüneyt Köksoy ha affermato che la malattia più comune che occlude le arterie è l'aterosclerosi, cioè l'arteriosclerosi. La malattia vascolare è più comune nei fumatori, nelle persone con ipertensione, diabete e livelli elevati di colesterolo.

La malattia vascolare è più comune con l'età. In generale, il 5-15% degli uomini di età superiore ai 50 anni ha una malattia vascolare che non causa alcun disturbo. La maggior parte delle persone con occlusione vascolare delle gambe presenta anche una grave malattia coronarica e carotidea.

Come si sviluppa l'occlusione dell'arteria delle gambe?

Spiegando che la malattia vascolare delle gambe inizia con la stenosi nelle vene e progredisce gradualmente, il Prof. Dott. Cüneyt Köksoy ha affermato che sebbene tutti i vasi siano malati, c'è una malattia più avanzata in alcuni vasi del corpo come la coscia e le arterie sotto il ginocchio. L'aumento della costrizione si traduce in un blocco completo di una parte della vena della gamba un giorno.

È raro che tutte le vene della gamba siano bloccate. Il sangue viene trasportato attraverso i vasi piccoli o capillari che si sono formati attorno alla vena occlusa più in basso nell'ostruzione, ma il sangue che scorre in questo modo generalmente non è sufficiente. I reclami dei pazienti differiscono in base alla lunghezza dell'occlusione, alla posizione del vaso occluso e alla quantità di sangue trasportato lateralmente.

Quali sono i sintomi?

Alcuni dei pazienti con occlusione vascolare potrebbero non avere un reclamo o un sintomo. Tuttavia, il disturbo più comune correlato alla malattia vascolare è il dolore che arriva ai polpacci, ai muscoli intorno alle cosce e ai glutei camminando, correndo, salendo le scale e di solito è sotto forma di crampi. La caratteristica più importante di questo dolore che deriva dal camminare è che il dolore scompare spontaneamente entro 3-5 minuti quando la persona si ferma e riappare mentre cammina.

Membro del personale accademico della Facoltà di Medicina dell'Università di Ankara Prof. Dott. Cüneyt Köksoy ha affermato che a causa della diminuzione del flusso sanguigno nel tempo, il dolore può iniziare a comparire anche durante il riposo o il sonno. Dopo un po ', il dolore diventa permanente e inizia a continuare durante il giorno, ha detto Köksoy, che i pazienti possono spesso sentirsi più a loro agio quando pendono le gambe dal bordo del letto, e in questo caso, il dolore durante la deambulazione inizia a manifestarsi distanze molto più brevi.

Negli stadi più avanzati possono svilupparsi piaghe dolorose e cancrena sui piedi e soprattutto sulle dita dei piedi. Una ferita che inizia per un semplice motivo non si rimargina da mesi e inizia a diffondersi. Soprattutto nei diabetici, potrebbe non esserci dolore nonostante la ferita. Lividi freddi sulla punta o sul tallone che durano a lungo possono trasformarsi in cancrena nera dopo un po '.

Qual è l'importanza dell'occlusione vascolare?

I reclami causati dal paziente sono più importanti della presenza di occlusione vascolare. Esiste una relazione tra la gravità dei reclami e il destino del paziente e della sua gamba. Ad esempio, un'occlusione vascolare che causa dolore durante la deambulazione provoca generalmente disagio nel paziente, mentre un'occlusione vascolare che provoca dolore a riposo e ferite al piede comporta il rischio di taglio alla gamba.

Come viene diagnosticata l'occlusione vascolare?

La malattia arteriosa delle gambe può essere facilmente diagnosticata ascoltando i reclami del paziente e con vari metodi di esame, in particolare esaminando i polsi delle vene nelle gambe. Tuttavia, se è necessaria una valutazione più dettagliata e si pianifica un trattamento, i principali metodi di imaging per comprendere la stenosi e l'occlusione vascolare sono l'ecografia color Doppler, l'angiografia tomografica computerizzata (CTA), l'angiografia a risonanza magnetica (MRA) e l'angiografia.

Come viene trattata?

Il trattamento viene pianificato in base al reclamo del paziente e all'urgenza dell'evento e, contrariamente alla credenza popolare, non si tenta di aprire tutte le vene ostruite. In primo luogo, i fattori che causano l'occlusione vascolare nel paziente sono presi sotto controllo e il paziente ha uno stile di vita più sano.

Nei casi di occlusioni vascolari diagnosticate nel primo periodo, una vita più attiva con deambulazione, perdita di peso, trattamento del diabete e dell'eventuale ipertensione, il trattamento può essere avviato abbassando i livelli elevati di colesterolo e lipidi. È importante smettere di fumare e non essere in un ambiente fumante, ed è assolutamente necessario che altri metodi di trattamento siano efficaci.

La transizione da una vita passiva e sedentaria a un esercizio più attivo e regolare è importante nel trattamento delle malattie vascolari. Soprattutto per i pazienti vascolari che soffrono di dolore all'andatura, camminare un'ora alla settimana per tre o cinque giorni è molto utile in termini di vene delle gambe e salute del corpo. Oltre a questi cambiamenti per una vita più sana, possono essere utilizzati anche alcuni farmaci che diluiscono il sangue e aumentano la distanza percorsa senza dolore. Con tutti questi metodi, il 75% dei pazienti con dolore alla deambulazione può essere alleviato in larga misura.

Farmaci e cambiamenti nello stile di vita non sono sufficienti per alcuni pazienti. Questo trattamento da solo non è sufficiente, soprattutto nei casi con dolore a deambulazione a breve distanza o dolore a riposo, ferite ai piedi e cancrena. In questi casi, è necessario aumentare il flusso sanguigno al piede e alla gamba aprendo i vasi occlusi.

È possibile aumentare il flusso sanguigno del piede e della gamba aprendo i vasi occlusi con palloncini o stent o mediante interventi chirurgici vascolari. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al taglio dei tessuti cancrenosi nei pazienti con cancrena alle dita o ai piedi. La cancrena o la ferita è la parte visibile del problema di circolazione nel piede, come la punta di un iceberg.

In altre parole, la circolazione dell'intera gamba o del piede è cattiva e la gamba sta per perdersi. In una situazione del genere, la rimozione del dito cancrenoso non risolve in alcun modo l'evento e lo rende ancora più comune. In questi casi, prima si aprono le vene, il tessuto viene insanguinato e poi il dito viene rimosso dalla cancrena salvando la gamba.

Cos'è la terapia endovascolare?

Il processo di apertura dei vasi occlusi sotto angiografia utilizzando molti metodi come palloncini e stent è noto come trattamento endovascolare. Questo metodo viene solitamente eseguito utilizzando l'anestesia locale utilizzando fili, cateteri, palloncini e stent che vengono spesso fatti avanzare nella vena dall'inguine.

Ci sono stati grandi progressi in questo campo negli ultimi anni e vasi occlusi, che in passato si pensava fossero inutilizzabili, e ora è possibile aprire lunghe ostruzioni e ottenere risultati molto più lunghi con stent di nuova concezione, palloncini medicati e stent.

Come viene eseguito il trattamento chirurgico delle occlusioni vascolari delle gambe?

La chirurgia del ponte (bypass) viene spesso eseguita con un innesto di vena artificiale o naturale per ostruzioni lunghe. La chirurgia di bypass può essere eseguita per quasi tutti i vasi occlusi.

In passato, la chirurgia di bypass può essere eseguita facilmente anche sui piccoli vasi sotto il ginocchio o nel piede, che si pensava fossero impossibili da bypassare. La chirurgia è necessaria quando ci sono vene lunghe ostruite consecutive quando l'angiografia non può aprire le vene ostruite.

messaggi recenti