Quali sono gli effetti collaterali della chirurgia delle vene varicose?

L'intervento chirurgico delle vene nelle gambe è solitamente il caso in cui si sviluppa una condizione chiamata insufficienza venosa cronica. Questo problema è anche chiamato vene varicose. La diminuzione di alcune capacità dei vasi fa sì che il sangue circolante si accumuli in queste vene delle gambe.

Di conseguenza, si possono vedere scolorimento degli arti, gonfiore, irrequietezza e formazione di ulcere. Alcune operazioni chirurgiche possono essere preferite quando si provano altri rimedi e non danno risultati. Tuttavia, come nella maggior parte degli interventi chirurgici, ci sono complicazioni della chirurgia delle vene varicose sulle gambe.

L'infezione è un rischio che può essere visto come risultato di qualsiasi intervento chirurgico e la chirurgia delle vene varicose sulle gambe non fa eccezione. In genere, si verifica un'infezione superficiale nell'area in cui viene praticata l'incisione per un intervento chirurgico o in una vena superficiale qui, ma in alcuni casi questa infezione può progredire verso vene e tessuti più profondi. In questo caso, la complicazione diventa più grave.

Anche l'anestesia utilizzata in chirurgia ha i suoi rischi. Ad esempio, i sintomi di allergia come respiro sibilante, eruzione cutanea e persino anafilassi possono essere osservati nelle persone con sensibilità agli anestetici.

Può causare rigidità muscolare

L'anestesia può anche causare la ritenzione dell'urina nel corpo dopo l'intervento chirurgico. Le capacità respiratorie possono essere compromesse e può verificarsi una rara reazione chiamata ipertermia maligna. In questa complicazione, il battito cardiaco accelera, i muscoli si induriscono, la temperatura corporea aumenta e i tessuti muscolari possono essere danneggiati.

A causa di traumi chirurgici, possono comparire lividi nell'area in cui è stata eseguita la chirurgia delle vene varicose. Questi sono generalmente temporanei e scompaiono nel tempo, ma se sono fonte di disagio, ci sono farmaci che possono essere presi. Se si forma un coagulo di sangue e blocca la vena facendola gonfiare, si parla di tromboflebite.

Molte condizioni predispongono alla formazione di coaguli di sangue e la chirurgia è una di queste. I sintomi possono essere facilmente trattati con la terapia con ibuprofene.

La trombosi venosa profonda, una delle complicanze della chirurgia varicosa, è rara, ma a volte i coaguli di sangue nelle vene superficiali possono progredire fino alle vene profonde della gamba.

Questi coaguli profondi causano gonfiore e dolore e possono viaggiare attraverso il flusso sanguigno e danneggiare organi come i polmoni. Le tecnologie usate per trattare le vene varicose nella gamba includono il laser e le complicazioni comuni di questo tipo di intervento chirurgico includono ustioni cutanee. Se il laser non è mirato correttamente, può causare ustioni cutanee nell'area.

Salute immediata

messaggi recenti