Miti e fatti sul salmone

Dilara Kocak

Il metodo di consumo e le modalità di cottura sono spesso oggetto di controversia. Quindi vediamo cosa c'è che non va e cosa è giusto in questo pesce.

Quando parlo di salmone penso sempre alla mia cara amica Leyla Alaton. Parliamo sempre del fatto che la bella pelle di Leyla e il suo essere nella stessa forma per anni riguardino il salmone, che dice che mangia salmone almeno 4-5 giorni a settimana.

Salmone; È un pesce rosa, il suo sapore è più dominante di altri pesci, e non è adatto alla frittura a causa del suo alto contenuto di grassi. Che ti piaccia o meno mangiare pesce, molti studi dimostrano che mangiare pesce 1-2 volte a settimana è molto vantaggioso. Il pesce è nel gruppo della carne con il suo ricco contenuto di proteine.

Se consideriamo il contenuto vitaminico del pesce; Sono considerati buone fonti di tiamina (B1), riboflavina (B2), niacina (B3), piridossina (B6), B12 e vitamine liposolubili A e D dalle vitamine del gruppo B. 100 grammi di consumo di pesce soddisfano il 10-15% del fabbisogno di vitamina A (retinolo). Il pesce è anche un alimento ricco con il suo contenuto di minerali. Contiene minerali come iodio e selenio.

Mito: il salmone non riduce il rischio di malattie cardiache.

Vero: Il salmone è un'ottima fonte di acidi grassi omega-3. Gli studi hanno dimostrato che il suo consumo riduce il rischio di malattie cardiache. In uno studio condotto sulle donne e pubblicato nel 'Nurses' Health Study, il consumo di pesce è stato confrontato con quelli con meno di una volta al mese e quelli con 1-3 mensili. Secondo il risultato, il pesce riduce il rischio di malattie coronariche del 21%. Questo rapporto; Il 29 per cento di chi consuma pesce una volta alla settimana, il 31 per cento di chi lo consuma 2-4 volte e il 34 per cento di chi lo consuma più di 5 volte a settimana.

Mito: il salmone di mare ha più acidi grassi omega-3 del salmone d'allevamento.

Vero:Secondo i riferimenti standard, una porzione di salmone d'allevamento ha una stretta proporzione di omega-3 rispetto al salmone di mare. L'American Heart Foundation consiglia di consumare due porzioni di pesce a settimana per ottenere omega-3 e altri nutrienti essenziali, indipendentemente dal fatto che si tratti di allevamento o di frutti di mare.

Mito: cucinare il salmone distrugge i nutrienti, è meglio mangiarlo crudo.

Vero: Il pesce crudo contiene tiamina, un enzima che distrugge importante per la produzione di energia e il sistema nervoso. Il calore inibisce l'attività di questo enzima. Per questo motivo grigliate o infornate il salmone. Puoi ottenere un ottimo pasto semplicemente aggiungendo pepe nero sopra il salmone e cuocendolo in forno per 15-18 minuti.

Leggenda: Il salmone congelato non è gustoso o sano come quello fresco.

Vero: Il pesce congelato è spesso anche più fresco del pesce che acquisti dal pescatore perché può impiegare più tempo per raggiungere il pescatore di quanto pensi. Molti pesci confezionati venduti nei negozi di alimentari vengono congelati subito dopo essere stati catturati, preservando così tutti i nutrienti e prevenendo il deterioramento.

Leggenda: Il salmone deve essere scuoiato prima della cottura.

VeroLa pelle del salmone è ricca di acidi grassi omega-3 e penetra nella carne durante la cottura. È adatto al cibo, ma alcuni individui non preferiscono la sua pelle perché ha un intenso sapore di pesce azzurro, che a loro non piace. Se vuoi mangiare il tuo salmone senza il sapore extra dell'olio di pesce, puoi aggiungere il succo di limone prima della cottura e separare la pelle appena prima di mangiarlo.

CHE COS'È L'OMEGA-3?

Omega-3 è un tipo di acido grasso insaturo che non può essere prodotto dall'organismo e deve essere assunto dall'esterno con il cibo. È diviso in due come EPA (Eicosa Pentaenoic Acid) e DHA (Docosa Haxaenoic Acid). In effetti, molte fonti possono essere menzionate per garantire l'assunzione di omega-3, ma è noto che la fonte migliore è il pesce.

messaggi recenti