Sintomi e cause della trombosi venosa profonda

La trombosi venosa profonda, colloquialmente nota come "formazione di coaguli in una vena", indica l'intasamento delle vene principali in qualsiasi parte del corpo con un coagulo. Sebbene di solito si osservi oltre i 40 anni, la trombosi venosa profonda, che può verificarsi raramente nei giovani, si sviluppa più spesso nelle gambe o nelle cosce dei glutei.

Il gonfiore e il dolore alle gambe dovuti alla malattia possono diventare cronici e durare una vita quando il trattamento viene ritardato. Ancora più importante, se il coagulo si rompe e raggiunge i vasi che alimentano il polmone e impedisce il flusso sanguigno improvvisamente, può portare a un quadro fatale chiamato embolia polmonare.

Specialista in Chirurgia Cardiovascolare Prof. Dott. Erdal Aslım ha sottolineato che quanto prima viene rilevata la malattia, tanto più si ottengono risultati favorevoli nel trattamento, "Quando viene rilevata una trombosi venosa profonda nelle prime 2 settimane, si possono ottenere risultati di grande successo nei trattamenti con l'aiuto di sistemi di catetere per dissoluzione del coagulo.

Pertanto, quando si sviluppa improvvisamente un gonfiore doloroso o indolore nella gamba, è necessario consultare un medico senza perdere tempo ”.

Il sintomo più tipico è gonfiore e dolore ai piedi

Nella trombosi venosa profonda, il coagulo di solito inizia dai muscoli del polpaccio sotto il ginocchio e progredisce verso l'alto. Il sintomo più tipico di questa malattia è il gonfiore della zona di coagulazione, come i piedi dalla caviglia.

Specialista in Chirurgia Cardiovascolare Prof. Dott. Erdal Aslım ha sottolineato che se non è intervenuto precocemente, il gonfiore può progredire dalle caviglie alle gambe e persino all'inguine, "Soprattutto quando ti alzi, può esserci un forte dolore che impedisce la pressione". dice. Con il progredire della malattia, possono verificarsi problemi a lungo termine come vene varicose e ferite aperte.

I farmaci potrebbero non essere sufficienti

Se la trombosi venosa profonda si sviluppa nelle vene sotto il ginocchio, vengono utilizzati fluidificanti del sangue. Tuttavia, fluidificare il sangue non è un metodo di trattamento che dissolve o distrugge il coagulo. La terapia farmacologica previene solo la formazione di un nuovo coagulo e può ridurre al minimo il rischio che il coagulo venga proiettato nei polmoni.

Specialista in Chirurgia Cardiovascolare Prof. Dott. Per questo motivo, Erdal Aslım ha sottolineato che se la maggior parte delle vene della gamba sono chiuse con coaguli o se il coagulo ha raggiunto l'area inguinale, il trattamento farmacologico non sarà sufficiente, "Di conseguenza, problemi come il gonfiore possono continuare per tutta la vita , anche negli anni successivi, possono svilupparsi ulcere venose chiamate insufficienza postrombotica, ovvero vene varicose dovute all'apertura della ferita e all'ostruzione nella formazione delle gambe, pesantezza alle gambe, sensazione di pienezza e crampi notturni, prurito, bruciore, gonfiore e dolore.

Pertanto, se è presente un coagulo diffuso nella vena o se il coagulo si estende a livello dell'inguine, l'angiografia utilizza un metodo di rimozione del coagulo per via endovenosa. "dice.

Il coagulo all'interno della nave viene pulito con l'angiografia

Nel trattamento applicato come la semplice angiografia, un sistema di ago e catetere viene fatto passare attraverso la vena piena di coaguli e l'area sana viene raggiunta a livello del ginocchio del paziente. Un sistema di catetere largo 2-3 mm è posizionato all'interno dell'area coperta dal coagulo, con microfori abbastanza grandi da essere invisibili all'occhio. Con l'aiuto di questo sistema di catetere, i farmaci che dissolveranno il coagulo vengono spruzzati attraverso i fori.

Le onde ultrasoniche possono aumentare il successo 10 volte

Un'altra innovazione in questa tecnologia negli ultimi anni è il posizionamento di un secondo sistema che emette onde ultrasoniche all'interno del sistema del catetere. Specialista in Chirurgia Cardiovascolare Prof. Dott. Erdal Aslım afferma che queste onde ultrasoniche raggiungono il coagulo del farmaco e aumentano l'effetto di fusione 8-10 volte, aiutando il coagulo a dissolversi più velocemente con meno farmaci e fornisce le seguenti informazioni:

“Le prime 2 settimane sono molto importanti in questo metodo di trattamento. Poiché, quando viene catturato in questo processo, una media del 50 percento del coagulo può essere sciolto in 3-6 mesi con farmaci per via orale, con questo metodo è possibile sciogliere completamente il coagulo in 1 o 2 giorni. La completa dissoluzione del coagulo entro 24-48 ore previene anche l'insufficienza postrombotica, l'ulcera venosa, l'apertura della ferita nella gamba e la formazione di varicose dovute all'ostruzione. "

Quali sono i fattori di rischio?

• Alcuni disturbi della coagulazione ereditari.

• Terapia ormonale o uso di pillole anticoncezionali.

• Essere in sovrappeso o obesi.

• Lesioni a una vena profonda dovute a intervento chirurgico, frattura ossea o altri traumi.

• Essere incinta o partorire.

• Trattamento del cancro che è stato somministrato di recente o è in corso.

• Essere fermo. Questa situazione di solito si verifica in coloro che sono malati e devono sdraiarsi a lungo o viaggiare a lungo.

• Disidratazione del corpo dovuta a fattori come la diarrea grave.

messaggi recenti