Cosa non dovrebbe essere consumato durante la gravidanza?

La gravidanza, uno dei sogni più grandi di molte donne, è un periodo molto importante. Per un periodo di gravidanza sano e pacifico, dovrebbe essere sotto il controllo di un medico quando possibile. Durante questo periodo, le donne dovrebbero prestare particolare attenzione al cibo e alle bevande. Dovrebbero scoprire quale cibo è più sano per il bambino o cosa potrebbe danneggiare il bambino da uno specialista. Tuttavia, sebbene molte varietà di piante sembrino sane, possono essere dannose sia per la madre che per il bambino. Allora quali sono queste piante che dovrebbero essere evitate?

Basilico e timo

Il basilico e il timo, che non sono dannosi ma benefici, non sono così innocenti durante la gravidanza. Piante come uno o due pizzichi di basilico e timo nei pasti non danneggiano quanto si pensa durante la gravidanza, ma il consumo di erbe come il tè (uno o due cucchiai da dessert) può causare seri problemi a una donna e al suo bambino durante gravidanza.

Croco amaro, aloe vera

Anche le specie vegetali contenenti antrachinone che aiutano la digestione possono essere piuttosto sfavorevoli durante la gravidanza. Queste erbe innocue, che vengono utilizzate soprattutto durante la stitichezza, non devono essere utilizzate perché possono provocare aborti spontanei stimolando la contrazione della muscolatura liscia, compreso l'utero. Croco amaro, olivello spinoso (cardo di cervo), aloe vera, senna e olivello spinoso sono piante così discutibili.

Pervinca, radice di liquirizia

Dovrebbero essere evitate piante come salvia, pervinca, timo, tuia, radice di liquirizia, vischio, assenzio, rabarbaro, finocchio, mezzo melone. Insieme al consumo regolare, se consumato in quantità come 1-2 cucchiai da dessert al giorno, mette a rischio la gravidanza. Con il consumo di tali piante, si possono incontrare aborti spontanei o parto prematuro.

Sigillo d'oro, celidonia

Anche le piante contenenti alcaloidi intensi che conferiscono il sapore amaro alle piante dovrebbero essere evitate il più possibile. Tali piante dovrebbero essere evitate poiché possono influenzare le funzioni di sviluppo del feto nel grembo materno. Goldenseal, efedra, celidonia e amarena sono ricchi di alcaloidi e sono quindi scomodi da consumare regolarmente.

messaggi recenti