La "quinta malattia" vista in primavera non ama il caldo

È importante stare lontano dagli ambienti caldi e dal sole nella "Quinta Malattia", che è più comune nei bambini di età compresa tra i 5-15 anni e le eruzioni cutanee in primavera.

Dott. Sami Ulus Ostetricia, salute e malattie dei bambini Formazione e ricerca Ospedale Malattie infettive pediatriche Addetto alla formazione clinica Assoc. Dott. Parlando con l'Agenzia Anadolu (AA), Gönül Tanır ha affermato che la Quinta Malattia è una lieve eruzione cutanea causata dal "parvovirus B19", e la malattia è chiamata "eritema infettivo".

Sottolineando che la malattia è più comune nei bambini di età compresa tra 5 e 15 anni, Tanır ha affermato che la Quinta malattia si manifesta principalmente nei mesi primaverili e invernali. Spiegando che la malattia è comparsa 4-14 giorni dopo aver incontrato il virus, Tanır ha affermato che circa uno su cinque di coloro che hanno riscontrato il virus non ha sviluppato alcun sintomo.

Affermando che la quinta malattia inizia con febbre, naso che cola e mal di testa, questi sintomi possono essere notati per la prima volta con un'eruzione cutanea perché questi sintomi sono lievi e poco chiari e, pochi giorni dopo questi sintomi, appare un'eruzione cutanea simile a un aspetto "schiacciato" la faccia.

Riconosce: “Alcune persone sviluppano una seconda eruzione cutanea sul petto, sulla schiena, sui glutei o sulle braccia e sulle gambe dopo pochi giorni. L'eruzione cutanea, in particolare l'eruzione cutanea sulla pianta dei piedi, può essere pruriginosa. L'intensità dell'eruzione cutanea aumenta, diminuisce e scompare in 7-10 giorni, a volte possono essere necessarie alcune settimane. Quando l'eruzione cutanea inizia a scomparire, sembra un pizzo. ''

Affermando che potrebbero esserci dolore e gonfiore alle mani, alle articolazioni del piede o alle ginocchia negli adulti, in particolare nelle donne, Tanır ha affermato che alcuni adulti possono avere questi sintomi senza eruzione cutanea, il dolore articolare può durare 1-3 settimane e scomparire senza problemi a lungo termine .

I bagni caldi e il sole aumentano l'eruzione cutanea

Spiegando che la malattia può essere trasmessa da secrezioni respiratorie come starnuti, tosse, saliva, espettorato, secrezione nasale, Tanır ha affermato che la malattia è contagiosa nel periodo che sembra essere un "raffreddore" prima che compaia l'eruzione cutanea.

Notando che a differenza di altre malattie eruttive, la Quinta malattia non è contagiosa durante il periodo dell'eruzione cutanea, Tanır ha sottolineato che il bambino può andare a scuola o all'asilo, ma ha affermato che le donne incinte possono trasmettere la malattia ai loro bambini e che la quinta malattia sperimentata incinta è rischiosa per il bambino.

Sottolineando che la malattia è rischiosa per la leucemia, altri malati di cancro, coloro che hanno subito un trapianto e quelli con deficienza immunitaria, Tanır ha affermato che dopo la quinta malattia, di solito si ottiene l'immunità permanente.

Affermando che le eruzioni cutanee possono aumentare con il bagno caldo, il sole e l'aumento della temperatura nell'ambiente, Tanır ha affermato che le eruzioni cutanee diminuiscono negli ambienti freddi, quindi il paziente deve stare lontano dagli ambienti caldi e fare una doccia con acqua fresca.

"L'uso di antibiotici non è necessario"

Affermando che la quinta malattia non ha un vaccino, l'uso di antibiotici non è necessario e la malattia passerà da sola, Tanır ha detto che se c'è febbre nel periodo precedente l'eruzione cutanea, al paziente possono essere somministrati farmaci per alleviare.

Tanır ha osservato che è necessario prendere precauzioni come "lavarsi spesso le mani con acqua e sapone, chiudere la bocca e il naso mentre si tossisce e starnutisce, non toccare gli occhi, il naso e la bocca, stare lontano dai malati, stare a casa quando si ammala" per prevenire e proteggere la malattia.

messaggi recenti