Attenzione ai tumori delle ghiandole salivari!

Oltre ad aiutare la digestione, spetta alla ghiandola salivare il compito di idratare lo strato mucoso che ricopre bocca, naso e faringe. Ci sono quasi 1000 microscopiche ghiandole salivari sui lati destro e sinistro del nostro viso e della nostra testa, sparse nello strato mucoso che copre la nostra bocca, naso e faringe, 3 grandi (6 in totale) nella cavità orale.

I tumori possono manifestarsi in questi tessuti per molte ragioni, dal consumo di sigarette alla malnutrizione, dall'esposizione a sostanze chimiche, all'uso intensivo di telefoni cellulari per molti anni. Mentre il 60-70% di questi tumori relativamente rari sono tumori benigni, il 20-30% sono tumori maligni.

Secondo questi dati, ogni anno nel nostro Paese vengono diagnosticati 4mila tumori benigni e quasi 800 maligni delle ghiandole salivari. Otorinolaringoiatria Specialista in Chirurgia della Testa e del Collo Prof. Dott. Çetin Vural sottolinea l'importanza del trattamento precoce ricordando che anche i tumori benigni possono modificare il comportamento nel tempo. Pertanto, non è corretto lasciare i tumori delle ghiandole salivari non trattati per lungo tempo.

Viene scambiato per un grasso o un linfonodo

I tumori benigni delle ghiandole salivari, che si manifestano come masse, gonfiore nella parte anteriore dell'orecchio, sotto il lobo dell'orecchio, sotto la mascella e talvolta nella bocca, nella gola, nella faringe, di solito crescono lentamente. A causa di questa caratteristica, si può pensare che la massa sia grassa o linfonodale nella fase iniziale. Crea più problemi con l'aspetto in quanto fanno spazio a se stessi senza danneggiare i tessuti circostanti. Tuttavia, i tumori maligni possono causare gravi problemi come la paralisi facciale e forti dolori invadendo i tessuti circostanti nel tempo e rosicchiando. Può anche essere pericoloso per la vita metastatizzando ai linfonodi o agli organi distanti.

Anche i tumori originati dalle ghiandole salivari microscopiche nella zona della bocca, della gola e della faringe appaiono come masse a crescita lenta in quelle aree. Con queste masse, se ci sono sintomi come scolorimento, ferita, dolore, paralisi facciale sulla superficie della pelle, è necessario consultare urgentemente un medico. In questo caso, aumenta la probabilità di un tumore maligno.

Possibilità di ridurre i rischi

Coloro che consumano sigarette e altri prodotti del tabacco per motivi scatenanti, coloro che sono stati esposti a radiazioni per motivi come la radioterapia in passato, coloro che sono stati esposti a metalli, sostanze chimiche per motivi professionali e coloro che hanno utilizzato telefoni cellulari intensivamente per molti anni sono considerati più a rischio. Prof. Dott. "Sarebbe saggio stare lontano da sigarette e prodotti del tabacco, usare alcol con moderazione e ridurre l'uso di telefoni cellulari e parlare con auricolari cablati per ridurre i rischi", afferma Çetin Vural.

Chirurgia di trattamento di base

Affermando che il trattamento di base di tutti i tumori delle ghiandole salivari benigni o maligni è la chirurgia, il Prof. Dott. Çetin Vural ha detto: “Poiché il tumore è più difficile da rimuovere quando cresce, aumenta la possibilità di danni a strutture importanti come il nervo facciale. Più piccolo è il tumore, più facile è l'intervento chirurgico. Pertanto, se il tumore è maligno, diventa più importante rimuoverlo senza diffondersi e invadere i tessuti circostanti o diffondersi in aree distanti quando la malattia è in una fase iniziale. Inoltre, ricordando che i tumori benigni possono cambiare il comportamento nel tempo, l'importanza del trattamento precoce è meglio compresa ", dice.

È possibile sbarazzarsi del carico tumorale per tutta la vita

Se il tumore è benigno, con un intervento chirurgico ben pianificato ed eseguito, il paziente probabilmente ha la possibilità di sbarazzarsi del suo tumore per tutta la vita. Affermando che questo è vero anche per la maggior parte dei tumori maligni delle ghiandole salivari, il Prof. Dott. Çetin Vural ha detto: “Tuttavia, in presenza di alcuni tumori maligni, potrebbero essere necessari alcuni trattamenti aggiuntivi come la radioterapia postoperatoria o la rimozione chirurgica dei linfonodi del collo. La cicatrice chirurgica, che è uno dei problemi più curiosi dei pazienti, non rimane perché le incisioni vengono solitamente praticate nelle zone del viso che attirano poca attenzione e secondo principi estetici ".

Il rischio è ridotto al minimo con il monitoraggio dei nervi

Ricordando che una situazione di cui i pazienti hanno molta paura è il rischio di danni al nervo facciale nelle operazioni di tumori delle ghiandole salivari sotto l'orecchio e sotto la mascella. Dott. Çetin Vural ha affermato: “Il modo per ridurre questo rischio è l'applicazione della chirurgia da parte di chirurghi esperti che hanno familiarità con l'anatomia della regione e l'uso diffuso di un dispositivo chiamato monitor nervoso negli ultimi anni. Questo dispositivo facilita l'identificazione e la protezione del nervo facciale e dei suoi rami, riducendo così il rischio di danni ai nervi ". lui parla.

messaggi recenti