Soluzione laser per macchie della pelle

Trattamento laser spot

Il problema delle macchie sulla pelle è abbastanza comune nella società. Queste macchie sono lesioni pigmentate della pelle. In altre parole, è l'accumulo locale di particelle chiamate pigmenti che conferiscono alla pelle il suo colore. Sebbene queste macchie non causino alcun disagio fisico, possono causare problemi estetici e psicologici in quanto influenzano l'aspetto esterno della persona.

I pigmenti chiamati melanina nella pelle rendono la nostra pelle scura o chiara. Mentre la distribuzione omogenea di questi pigmenti non crea un problema, gli aumenti regionali soprattutto nelle aree visibili attirano l'attenzione e questo disturba la persona.

Quali sono le cause delle macchie sulla pelle?

L'accumulo di pigmento di melanina in alcune aree e la formazione di macchie cutanee è causato da vari motivi. Alcune di queste macchie possono verificarsi a seguito di danni causati dal sole alla nostra pelle (fotoinvecchiamento), cambiamenti ormonali, età avanzata, uso errato del prodotto e applicazioni sbagliate.

Le macchie chiamate melasma si trovano principalmente sulle guance, sulla fronte e intorno agli occhi. Di solito si verificano a causa di cambiamenti ormonali come l'invecchiamento, l'esposizione al sole, la gravidanza e l'uso di farmaci anticoncezionali.

Quali laser vengono utilizzati nel trattamento delle macchie laser e in che modo influiscono?

Un laser è semplicemente un raggio di luce concentrato. Che sia colorato o incolore, e anche di che colore sia, dipende dalla lunghezza d'onda della luce. Questa lunghezza d'onda determina anche l'obiettivo della luce. Ad esempio, un raggio laser può essere trattenuto dal colore rosso, mentre un altro raggio laser può essere trattenuto dal colore nero. È la lunghezza d'onda che lo determina. Questa energia luminosa, trattenuta da una sostanza o da un tessuto, agisce trasformandosi in energia termica dove viene trattenuta. Per questo motivo, l'obiettivo dei laser utilizzati nel trattamento spot è il pigmento di melanina sopra menzionato. Poiché un laser che prende di mira il pigmento melanina non viene catturato dalle cellule normali, non danneggerà le altre cellule.

Negli ultimi due decenni, con la scoperta di alcuni sistemi laser (ad esempio, Q-Switch) e lo sviluppo di questi sistemi, sono stati raggiunti risultati molto più positivi nel trattamento spot rispetto al passato. Questi laser possono essere utilizzati in modo più sicuro nel trattamento delle macchie, soprattutto nelle persone con pelle scura.

Qual è il ruolo dei laser Q-Switched Nd: YAG nel trattamento spot?

I laser Q-Switched Nd: YAG (Spectra) sono laser in grado di produrre fasci di diverse lunghezze d'onda, in particolare 1064 nm e 532 nm. La più grande caratteristica della tecnologia laser Q-Switch; È in grado di effettuare colpi estremamente potenti in breve tempo.

Il laser Q-Switch Nd: YAG (Spectra) utilizza la luce laser per ridurre o eliminare i pigmenti senza danneggiare il tessuto normale circostante. Quando i melanosomi sono esposti alla luce laser, si rompono in piccole particelle che vengono assorbite dal corpo. In questo modo, man mano che le strutture di melanina e melanosoma si riducono, il colore del melasma si schiarisce e appare una pelle dall'aspetto sano e senza macchie. Questo sistema laser (Q-Switch) ha dimostrato in studi clinici di essere efficace su macchie su molti diversi tipi di pelle.

Le lesioni pigmentate si dividono in epidermiche (superficiali) o dermiche (profonde) a seconda della profondità del pigmento nella pelle. Lesioni superficiali (epidermiche) come lentiggini, macchie caffè-latte (macchie marroni lattiginose), cheratosi seborroica (macchie dell'età marrone), macchie solari vengono trattate utilizzando la caratteristica di questo dispositivo con una lunghezza d'onda di 532 nm o una lunghezza d'onda di 660 nm e chiamato Ruvy Touch. Perché la luce laser di queste lunghezze d'onda viene assorbita soprattutto dalla melanina.

Nel melasma, che ha anche proprietà vascolari, viene utilizzato un raggio di 595 nm di lunghezza d'onda, chiamato Gold Toning.

Alcuni punti, noti come punti congeniti e alcuni dei quali prendono nomi specifici come Ota Nevus o nevo di Becker, sono lesioni cutanee più profonde. Per il trattamento di questi, viene utilizzata una lunghezza d'onda di 1064 nm, che è una lunghezza d'onda che può penetrare più in profondità nella pelle.

Quali sono i punti da considerare nel trattamento laser delle macchie?

Le aree da trattare con il laser non devono essere abbronzate a causa del sole o di lozioni abbronzanti. Le parti più scure della pelle causate dall'abbronzatura possono anche assorbire i raggi laser e, di conseguenza, si possono vedere effetti collaterali come l'irritazione della pelle.

Tuttavia, i laser Q-Switch possono essere utilizzati su tutti i tipi di pelle, comprese le pelli scure. Nel trattamento del melasma, non c'è reazione cutanea dopo la procedura con un metodo di trattamento speciale come la tonificazione laser. Per questo motivo, non essendoci un periodo di recupero dopo l'applicazione, il paziente può tranquillamente continuare le sue attività quotidiane.

Cosa dovrebbe essere preso in considerazione dopo il trattamento con macchie laser?

È necessario che tutti i pazienti che hanno problemi di spotting sulla pelle si proteggano dall'esposizione al sole anche se non ricevono cure, per non aumentare il problema esistente. In effetti, facendo di questo uno stile di vita, dovrebbero essere prese ulteriori precauzioni utilizzando creme fattore di protezione solare e vestiti coprenti nelle stagioni in cui il sole è intenso.

Nel trattamento spot con laser Q-Switch, come in tutte le applicazioni laser, l'area di applicazione deve essere protetta dal sole. Inoltre, la cura della pelle è importante anche dopo il trattamento laser spot. I prodotti che non contengono alcol dovrebbero essere preferiti come detergenti dopo il trattamento.

Quante sessioni di trattamento laser spot vengono applicate?

Una singola seduta è generalmente sufficiente per il trattamento di lentiggini, macchie senili e macchie comuni. Alcune lesioni potrebbero non scomparire completamente, ma il loro colore è significativamente più chiaro dopo il trattamento laser spot. Per questo motivo, per alcuni spot può essere necessaria una seconda o terza seduta, anche se raramente.

Mentre le lentiggini e le macchie marroni dell'età vengono solitamente trattate con successo, le macchie più profonde possono essere resistenti al trattamento. Tuttavia, l'efficacia e il successo del trattamento con i laser Q-Switch (Spectra) sono aumentati in modo significativo, soprattutto nel melasma, anche se si trova in persone con tipi di pelle molto diversi. Ciò è stato dimostrato in numerosi studi clinici.

Quali sono gli effetti collaterali del trattamento con macchie laser?

Non vi è alcun effetto collaterale significativo del trattamento laser spot. La formazione di ferite e infezioni è molto rara. In caso di esposizione diretta al sole dopo il trattamento, aumenta la possibilità di recidiva delle macchie trattate.

È importante proteggere la pelle adottando tutte le precauzioni necessarie contro il sole al fine di prevenire il ripetersi delle macchie e prevenire la formazione di nuove macchie sulla pelle in generale.

Di conseguenza, i sistemi laser Q-Switch Nd: YAG (Spectra) possono essere utilizzati nel trattamento delle macchie osservate in tutti i tipi di pelle. Questa applicazione migliora anche il tono della pelle non uniforme. Non è necessaria una preparazione speciale prima della procedura e l'uso dell'anestesia durante la procedura. Non è un processo di dolore o sensibilità. Dopo la procedura, la persona può facilmente tornare alle sue attività quotidiane. Considerando tutti i trattamenti applicati sulla macchia, si può affermare che i trattamenti spot con laser Q-Switch sono trattamenti laser di grande successo dove la possibilità di ritorno delle macchie è minore.

messaggi recenti