Il tuo cuore batte troppo velocemente?

Cos'è la tachicardia?

Quando il numero di battiti del cuore aumenta e supera i valori normali, lo chiamiamo tachicardia. La frequenza cardiaca è determinata dal numero di battiti al minuto. I valori normali di questo tasso variano a seconda dell'età. Per un neonato questi valori sono compresi tra 100 e 140; I valori normali negli adulti sono compresi tra 60 e 100. Un numero di battito cardiaco inferiore a 60 è chiamato bradicardia e un battito cardiaco superiore a 100 è chiamato tachicardia. C'è un centro nel cuore chiamato nodo del seno, che possiamo chiamare il pacemaker del cuore che genera impulsi. In un cuore che batte normalmente, se il cuore batte normalmente, o tachicardia o battiti bradicardici, il primo impulso elettrico esce da questo punto. L'aritmia è il caso in cui nessuno stimolo esce da questo punto e gli impulsi elettrici emergono da altri punti del cuore.

C'è anche il termine palpitazione (nome in linguaggio medico palpitazione), che non deve essere confuso con il termine tachicardia. La palpitazione significa che il battito cardiaco è sentito dal paziente stesso. Durante la palpitazione, i battiti cardiaci possono essere bassi (bradicardia), normali o eccessivi (tachicardia). Le persone con tachicardia spesso lamentano anche palpitazioni. In altre parole, la palpitazione potrebbe non accompagnare ciascuna tachicardia e la tachicardia potrebbe non accompagnare ciascuna palpitazione. A volte può essere descritto come battiti cardiaci anormali, sensazione di sudorazione o palpitazioni.

Quali sono le cause della tachicardia?

La tachicardia può verificarsi a causa di qualsiasi malattia o causa, oppure può verificarsi solo in relazione diretta al cuore. Nell'esercizio, in cui il fabbisogno di sangue e ossigeno del corpo aumenta, il cuore normalmente accelera e si manifesta una tachicardia fisiologica. Infatti la tachicardia si manifesta a causa di malattie come paura, anemia, febbre (aumento della febbre di 1 ° C, aumento della frequenza cardiaca di 20 al minuto), lavoro eccessivo della ghiandola tiroidea, e c'è anche tachicardia fisiologica nel corpo. Perché non ci sono malattie cardiache. Il bisogno del corpo è aumentato e il nodo del seno del cuore fa correre il cuore velocemente.

Ci sono anche tachicardie che insorgono direttamente correlate al cuore, che di solito sono correlate a malattie cardiache (insufficienza coronarica dovuta ad aterosclerosi, insufficienza cardiaca, infiammazione cardiaca e casi senza causa).

Possiamo suddividere approssimativamente i disturbi del ritmo originati dal cuore in aritmie originate dagli atri e dai ventricoli del cuore.

Le aritmie derivanti dai ventricoli del cuore sono più pericolose e richiedono un trattamento più rapido, tranne in pochi casi eccezionali.

Se la tachicardia dura più di 30 secondi, si chiama "tachicardia continua" anche se si risolve spontaneamente, e se dura meno di 30 secondi e nel frattempo ritorna normale - anche se si ripresenta frequentemente - si chiama "non continua tachicardia". È un indicatore che il disturbo del ritmo è pericoloso per la vita.

Le malattie cardiache e le cause non cardiache che causano disturbi del ritmo nel cuore sono le seguenti:

Precedente attacco cardiaco o aterosclerosi

Danno cardiaco o cardiopatia congenita (sindrome del QT lungo)

Interruzione della struttura o delle funzioni cardiache, cardiomiopatia (ingrossamento anormale, ispessimento, indurimento del muscolo cardiaco) o malattia valvolare

• L'effetto dei farmaci

Altre cause di aritmia non sono correlate al cuore. Questi;

Grave stress

Consumo di caffeina (compreso il cioccolato)

• Consumo di alcool

• Cigaret

• Farmaci da banco per tosse, raffreddore, perdita di peso.

Alcuni farmaci (come la cocaina)

Insonnia

A che età è comune la tachicardia?

L'aritmia si verifica a quasi tutte le età, compreso il periodo nell'utero. Tuttavia, alcune aritmie come la fibrillazione atriale sono più comuni in coloro che hanno un attacco di cuore, come la tachicardia ventricolare e la tachicardia ventricolare.

Quali sono i sintomi dell'aritmia?

Le tachicardie direttamente correlate al cuore si verificano occasionalmente nelle convulsioni. Possono durare pochi secondi, ore o addirittura giorni. Esistono diversi tipi di queste tachicardie a seconda che provengano dagli atri o dai ventricoli del cuore. I loro trattamenti variano a seconda del tipo. Il più pericoloso è un tipo causato dalla tachicardia ventricolare e, se non intervenuto immediatamente, il paziente può morire.

I sintomi dell'aritmia variano da persona a persona e in base alla fonte dell'anomalia. Alcune persone non hanno alcun sintomo. In altre parole, il paziente non avverte alcuna anomalia, ma è presente un'aritmia.

Tuttavia, i sintomi comuni sono i seguenti;

Palpitazioni

• Svenimento, stanchezza, svenimento (a causa di insufficiente afflusso di sangue dal cuore al cervello e al corpo)

• Cadute di causa sconosciuta, soprattutto nelle persone anziane

Angina (dolore al petto, sensazione di pressione)

Mancanza di respiro (dispnea)

• In casi gravi, possono verificarsi arresto cardiaco e morte improvvisa.

Come viene diagnosticata l'aritmia?

È molto importante diagnosticare l'aritmia. Perché aumenti non diagnosticati a lungo termine causano danni irreversibili al cuore nel tempo. Pertanto, se una persona avverte palpitazioni cardiache, dovrebbe consultare immediatamente un cardiologo. Sono disponibili molti test diversi per diagnosticare l'aritmia.

Elettrocardiogramma: (ECG); Sebbene sia il test più prezioso nella diagnosi dell'aritmia, è diagnostico se viene eseguito durante l'aritmia. Se il ritmo è migliorato quando il paziente raggiunge l'ospedale, sarà normale. È difficile rilevare aritmie a breve termine e poco frequenti con questo test, poiché mostra solo un tempo di registrazione di 10-15 secondi. Pertanto, quando si avverte l'aritmia, è meglio recarsi al centro più vicino dove è possibile eseguire l'ECG. Dopodiché, puoi andare all'ospedale desiderato per il trattamento.Test di Holter: è un test eseguito dall'analisi computerizzata dei dati di un dispositivo che registra il ritmo cardiaco mentre il paziente sta vivendo la sua vita quotidiana per 24-72 ore. Se l'aritmia si verifica mentre il dispositivo è collegato, può essere diagnosticata, altrimenti il ​​risultato sarà normale.

Tuttavia, quando il dispositivo è collegato, il paziente avverte la palpitazione, che chiamiamo palpitazione, ma se il ritmo cardiaco è normale in quel momento, non viene rilevata alcuna aritmia nel paziente, il che indica che il paziente non ha un ecocardiogramma: utilizza le onde sonore per mostrare la struttura e le funzioni del cuore e il medico determina lo spessore, le dimensioni e la funzione della parete del cuore da questa immagine.

Cateterismo cardiaco: l'esame elettrofisiologico è uno di questi. Gli impulsi elettrici controllati vengono utilizzati per determinare la fonte esatta e la natura dell'aritmia. Quando viene rilevata una disfunzione elettrica, per trattarla viene utilizzata l'ablazione con radiofrequenza.

Tilt table test: viene utilizzato per determinare le cause di svenimenti non correlati ad aritmie. Durante il test il paziente si sdraia sul lettino e si allaccia, quindi si solleva il lettino e si misurano la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna.

Quale trattamento viene somministrato ai pazienti con aritmia?

Il metodo di trattamento dipende dal tipo e dalla gravità dell'aritmia. Le tachicardie non cardiache continuano fino a quando la causa sottostante non viene risolta. Pertanto, il trattamento di tali tachicardie è possibile con il trattamento della malattia che lo ha causato. Ad esempio, la tachicardia dovuta all'anemia non può essere corretta a meno che l'anemia non venga corretta. Si consiglia di valutare prima uno specialista in cardiologia. Perché le palpitazioni pericolose per la vita sono quelle di origine cardiaca. Quando si escludono cause cardiache, vengono determinate altre cause e il trattamento necessario viene eseguito dallo specialista pertinente.

Molte aritmie discontinue non richiedono trattamenti diversi dai cambiamenti dello stile di vita.

Questi;

• Ridurre o ridurre l'assunzione di caffè

• Ridurre l'assunzione di alcol

• Smettere di fumare

Evitare alcuni farmaci (come i farmaci antinfluenzali)

Usare tecniche di controllo dello stress

• Ai pazienti possono essere prescritti farmaci chiamati beta-bloccanti, calcio-antagonisti o digossina.

Nei casi più gravi possono essere raccomandati farmaci antiaritmici. Questi farmaci devono essere usati con cautela a causa dei loro gravi effetti collaterali che possono causare aritmie. Pertanto, alle persone che assumono questi farmaci dovrebbe essere attentamente insegnato come prenderli.

Le aritmie spesso minacciano la vita causando arresto cardiaco o insufficienza cardiaca, poiché interrompono il funzionamento del cuore. Tuttavia, durante alcune aritmie come la fibrillazione atriale, c'è il rischio che si formino dei coaguli nel cuore per poi staccarsi da lì, intasando il cervello e i vasi cardiaci. I pazienti con questo rischio devono assumere costantemente anticoagulanti.

Mentre alcune aritmie come la fibrillazione atriale sono pericolose per la vita e possono essere trattate ambulatorialmente, le aritmie come la tachicardia ventricolare originate dai ventricoli del cuore devono essere trattate con il ricovero in ospedale.

I pazienti con molte aritmie conducono una vita normale. Pertanto, se ci sono sintomi come vertigini o svenimenti, è necessario consultare un medico senza perdere tempo.

Quando viene applicato il trattamento con l'elettroshock nelle tachicardie?

Sia che la tachicardia provenga dal padiglione auricolare o dal ventricolo del cuore, se la pressione sanguigna del paziente si è abbassata o provoca sintomi come mancanza di respiro, dolore toracico e svenimento, è necessario correggerla senza indugio con l'elettroshock. È una forma di trattamento molto sicura, veloce e per lo più definitiva sotto la supervisione di medici esperti in terapia intensiva o in condizioni di pronto soccorso.

Ho bisogno di un trattamento chirurgico?

A volte, possono essere preferiti metodi di trattamento chirurgico. Quando la frequenza cardiaca diventa troppo lenta, i pacemaker permanenti posti sotto la pelle daranno impulsi elettrici al cuore quando necessario. Quando la frequenza cardiaca aumenta eccessivamente, i dispositivi di elettroshock automatico (ICD) a correzione della frequenza vengono posizionati chirurgicamente sul torace del paziente. Questi dispositivi sono terapeutici per la fibrillazione ventricolare o la tachicardia ventricolare. Ha anche funzioni di pacemaker. Studio elettrofisiologico: un catetere viene inviato al cuore dai vasi sanguigni della gamba o del collo e le aree anormali che causano aritmia vengono bruciate fornendo energia a radiofrequenza. In alcuni casi, con questo metodo viene fornito un trattamento definitivo.

Cosa dovrebbe essere considerato dopo il trattamento?

La maggior parte delle aritmie tende a ripresentarsi. Pertanto, è necessario utilizzare alcuni medicinali ed essere sotto il controllo di un cardiologo per anni dopo il trattamento. Per prevenire la tachicardia, è necessario prestare attenzione al peso, mangiare sano, fare esercizio fisico regolarmente, ridurre il consumo di tè e caffè, evitare il fumo e sostanze piacevoli simili. Anche malattie come l'ipertensione, il colesterolo alto e il diabete, che in futuro potrebbero causare disturbi cardiaci e del ritmo, dovrebbero essere trattate oggi in modo che non costituiscano una base per i disturbi del ritmo.

messaggi recenti