Cos'è l'anestesia epidurale?

L'anestesia epidurale è uno dei tipi regionali di anestesia che impedisce la trasmissione del dolore in un'area specifica sotto la vita. Viene somministrato da un anestesista, un medico esperto. Sebbene sia il metodo più efficace per controllare il dolore del travaglio, l'anestesia epidurale può essere applicata in molte operazioni eseguite sotto il livello della vita, specialmente nel taglio cesareo.

In pratica, si raggiunge la parte anteriore della membrana chiamata dura e qui viene somministrata la sostanza anestetica locale per evitare che gli stimoli dolorosi raggiungano il cervello. Da qui deriva il nome epidurale. Se vengono colpiti anche i nervi che forniscono le funzioni motorie in quest'area, si verifica un'anestesia completa e la capacità sensoriale e motoria scompare nella parte sotto l'area di applicazione. In questo caso, il paziente non può né sentire né muovere le gambe. Questa è l'anestesia epidurale applicata nelle operazioni di taglio cesareo. Durante il parto, poiché lo scopo è solo quello di alleviare il dolore, vengono somministrate dosi inferiori di anestetici locali nello spazio epidurale, oltre a forti antidolorifici. In questo modo, poiché il motore non andrà perso, la futura mamma potrà sentire i tocchi e muovere le gambe anche se non sente dolore. Pertanto, questa applicazione si chiama Analgesia epidurale. Se la quantità di farmaci anestetici locali viene somministrata a dosi molto basse, la futura mamma può persino essere in grado di camminare durante il travaglio.

L'anestesia epidurale può essere eseguita dopo che le contrazioni uterine sono diventate regolari nel parto vaginale o quando l'apertura uterina raggiunge i 4 centimetri. Se le contrazioni sono irregolari o quando viene inserito nel primo periodo, è necessario prestare attenzione a questo problema, poiché potrebbe causare l'arresto delle contrazioni. La migliore pratica è inserire un catetere mentre la futura mamma è a suo agio e aspetta il momento giusto per la somministrazione del farmaco.

Dosi aggiuntive vengono somministrate quando il parto è prolungato e l'effetto del farmaco diminuisce e il paziente inizia a sentire dolore. In questo modo, dopo il parto, se sono necessari incisione e punti di sutura, può essere facilmente suturato senza necessità di anestesia aggiuntiva.

Immediatamente dopo il parto vaginale; Dopo il taglio cesareo, l'applicazione viene terminata rimuovendo il catetere 24 ore dopo. Il paziente non avverte alcun fastidio durante la rimozione del catetere.

È il modo più efficace per alleviare il dolore al parto. Dovrebbe essere preferito perché è meno rischioso e molto più confortevole dell'anestesia generale. Poiché la madre è cosciente, può assistere al parto durante il taglio cesareo e tenere in braccio il suo bambino mentre l'operazione continua. Poiché i medicinali somministrati non passano nel sangue e nel latte, non vi è alcuna trasmissione del farmaco al bambino. Pertanto, come nell'anestesia generale, non vi è alcun effetto dall'anestesia fino a quando il bambino non viene rimosso.

Quali sono le complicazioni e gli effetti collaterali dell'anestesia epidurale?

Contrariamente a quanto si pensa, il rischio nell'anestesia epidurale è estremamente basso se eseguita da specialisti esperti. L'effetto collaterale più comune è la pressione sanguigna bassa. Al fine di prevenire questo improvviso calo della pressione sanguigna, circa 1 litro di liquido viene somministrato rapidamente attraverso l'accesso vascolare prima della procedura e se l'accesso vascolare è riempito, non si verificherà alcun problema. Anestesia inadeguata o unilaterale. In questi casi, potrebbe essere necessario rimuovere e reinserire il catetere. Mal di testa, che può essere visto con una frequenza del 2-4% a causa della rottura della membrana della dura e della fuoriuscita di liquido. In questo raro caso, possono verificarsi forti mal di testa entro 1-3 giorni dopo la procedura. Il vantaggio è che il paziente non avverte dolore mentre riposa sulla schiena e si aggrava quando si alza in piedi. Se il dolore è insopportabile, è possibile applicare un cerotto all'area in cui è posizionato il catetere epidurale. A seconda dei farmaci utilizzati, può verificarsi prurito nel paziente. Se la futura madre non può sforzarsi in modo efficace, la seconda fase del travaglio può essere prolungata e possono essere necessari il vuoto o il forcipe. Raramente, dopo la procedura si può vedere una difficoltà temporanea nella minzione.

L'anestesia epidurale non viene applicata a persone con disturbi emorragici, che stanno assumendo un trattamento anticoagulante, che hanno un'infezione nel sito di applicazione o che hanno piastrine basse.

L'anestesia epidurale è un approccio medico moderno che è stato ampiamente applicato in modo sicuro per molti anni, fornendo un parto estremamente confortevole e piacevole con taglio sia vaginale che cesareo. Ogni futura mamma dovrebbe essere incoraggiata a beneficiare di questa applicazione.

Cos'è un taglio cesareo spinale?

Gli anestetici e gli analgesici vengono somministrati nel liquido spinale dopo aver perforato la membrana, non intorno alla membrana durale. L'anestesia epidurale inizia in circa 15-20 minuti e può durare a lungo. Tuttavia, l'anestesia spinale è efficace immediatamente, ma l'effetto è più breve. In anestesia spinale, un ago molto sottile viene inserito attraverso le vertebre lombari del paziente. Nel frattempo, è molto importante regolare la posizione del paziente. Può essere applicato in posizione sdraiata laterale o in posizione seduta. Tuttavia, la testa deve essere inclinata verso la gabbia toracica ed entrambe le ginocchia devono essere tirate verso l'addome.

Quando l'ago spinale passa attraverso le membrane ed entra nel liquido del liquido cerebrospinale, il farmaco viene somministrato e il paziente giace sulla schiena. Per questo motivo, il suo effetto inizia in brevissimo tempo: l'anestesia inizia sopra due o tre vertebre del livello di iniezione e si diffonde alle dita dei piedi. Questo tipo di anestesia è preferito per parto indolore, operazioni ginecologiche come il taglio cesareo, operazioni di chirurgia generale come ernia, appendicite e interventi ortopedici alle gambe. In questo tipo di metodo di anestesia, non c'è perdita di coscienza come nell'anestesia epidurale. Il paziente è cosciente, ma non c'è dolore nell'area anestetizzata. Lo svantaggio rispetto all'anestesia epidurale è che poiché il catetere non è posizionato, non sono possibili dosi aggiuntive dopo che l'effetto del farmaco è passato. Con questo metodo, la possibilità di mal di testa è maggiore dell'anestesia epidurale.

messaggi recenti