"Se necessario, si può dare acqua al bambino che prende il latte materno"

Ayşe Sokullu, specialista in salute e malattie infantili dell'Anadolu Medical Center, afferma che neonati e bambini dovrebbero stare attenti al consumo di acqua. Offre soluzioni dall'allattamento al seno ai bambini a cui non piace bere acqua.

È opinione comune che "a un bambino che prende il latte materno non venga data acqua". Ci sono eccezioni a questa situazione?

Nei bambini allattati al seno; Se il latte è sufficiente e il bambino può ingrassare a sufficienza, non è necessario dare acqua con il latte. Lo sconsigliamo non perché l'acqua li farà ammalare, ma perché vogliamo dissetarli con il latte materno invece di riempirgli invano lo stomaco di acqua. Ma se il bambino è malato, ha una condizione speciale, se viene aggiunto del latte artificiale o se sta assumendo cibo aggiuntivo, è necessario dare al bambino dell'acqua. A volte, quando offriamo acqua alle famiglie, potremmo non voler dare acqua a ciò che dovrebbe essere dato, con la convinzione che "l'acqua non viene data durante l'assunzione di latte materno", dovrebbe essere sottolineata per evitare ciò.

Quale dovrebbe essere la quantità di annaffiatura per i bambini che assumono cibo supplementare?

È assolutamente necessario dare acqua a chi riceve cibo aggiuntivo come frutta, verdura e cibi solidi aggiunti al latte materno. Se un bambino è nei primi 6 mesi e prende sia latte materno che artificiale, non c'è bisogno di dare troppo, dare qualche cucchiaio di acqua dopo il latte artificiale e consumare circa 40-50 cc di acqua al giorno può essere sufficiente. Qui, se un bambino che prende sia il latte materno che quello artificiale non soffre di stitichezza, possiamo pensare che l'assunzione di liquidi sia sufficiente. Se la stitichezza inizia a manifestarsi, possiamo dire che il consumo di acqua dovrebbe essere aumentato.

Come dovrebbe essere il consumo di acqua durante i periodi di malattia?

Soprattutto le malattie febbrili aumentano il consumo di acqua. Nella malattia, il corpo consuma acqua, sudiamo riducendo la febbre. Il nostro consumo di liquidi, la frequenza cardiaca e il ciclo di tutto il corpo stanno accelerando, quindi dobbiamo assolutamente aumentare il nostro consumo di acqua. Soprattutto nelle malattie febbrili, soprattutto nei mesi estivi e in caso di diarrea, il fabbisogno giornaliero di acqua può aumentare del 100%. Durante tali periodi, la madre dovrebbe monitorare la quantità di urina del bambino. Se non ha bagnato il pannolino per molto tempo, o se non gli dice della necessità del bagno, è necessario pensare che sta assumendo poco liquido.

Cosa puoi dire del consumo di acqua per i bambini attivi?

I bambini piccoli corrono in giro tutto il tempo. Soprattutto, i bambini dell'asilo sono molto attivi durante il giorno, dovrebbero essere ricordati di bere acqua di tanto in tanto. Il motivo per la maggiore stanchezza alla fine della giornata potrebbe effettivamente essere la perdita di liquidi, e possono seguire irritabilità e irritabilità.

Cosa consiglieresti ai bambini a cui non piace bere acqua?

Al bambino potrebbe non piacere bere acqua, se c'è una situazione del genere, possiamo preparare i cibi che gli piacciono in un modo più succoso. Ci sono bambini di età compresa tra 2-5 anni che tendono a mangiare solo cibi solidi come pasta, riso, polpette e pollo. È necessario insegnare a questi bambini l'abitudine di mangiare zuppa e acqua. Possiamo preparare stufati e zuppe più succose. Non vogliamo bevande zuccherate e acide, ma possiamo consigliarvi una bevanda come l'ayran con un buon supporto proteico e idrico. Consigliamo anche il latte, ma non è possibile sostituire esattamente l'acqua. Inoltre, bicchieri giocattolo e diversi stili di consumo che fanno appello alla psicologia dei bambini possono essere efficaci per far amare l'acqua.

"Dagli dell'acqua senza aspettare che tuo figlio lo chieda."

Anadolu Medical Center Child Health and Diseases-Child Nephrology Specialist Assoc. Dott. Neşe Bıyıklı ha risposto alle domande sui problemi causati dall'insufficiente consumo di acqua nei bambini. Assoc. Dott. Moustache sottolinea che i bambini, in particolare i neonati, possono essere disidratati a lungo perché non possono esprimere il loro fabbisogno idrico.

Quanta acqua dovrebbero consumare i bambini al giorno? L'importo varia con l'età?

Il fabbisogno idrico dei bambini varia a seconda dell'età e del peso. Un bambino di un anno pesa circa 10 kg, il fabbisogno idrico è di 1000 ml al giorno. Il fabbisogno idrico di un bambino di 12 anni che pesa 30 kg è di 1500 ml.

La quantità di consumo cambia in base alla stagione?

Nella stagione calda, la perdita di acqua e sale aumenta con la traspirazione e l'evaporazione. Soprattutto nei bambini, poiché la superficie corporea è ampia, la quantità persa con la sudorazione è piuttosto elevata. Il consumo giornaliero di liquidi di un bambino di 30 kg durante la normale temperatura dell'aria dovrebbe essere di 1500 ml, in condizioni più calde questa quantità può arrivare fino a 3000 ml.

Cosa si dovrebbe considerare riguardo al consumo di acqua? Quali sono gli errori che le famiglie fanno a questo riguardo?

I bambini sono molto sensibili all'equilibrio idrico ed elettrolitico, ma potrebbero non rendersi conto o esprimere il proprio fabbisogno idrico. Le famiglie dovrebbero tenerlo a mente e dare acqua al bambino. Alcune famiglie possono dimenticare di dare acqua, pensando di non avere sete perché non c'è reazione da parte del bambino.

Quali sono le conseguenze di un consumo di acqua insufficiente?

Un consumo di acqua insufficiente causa seri problemi, soprattutto nei climi caldi. Il più importante di questi è la disidratazione (perdita di acqua corporea). La disidratazione è una delle principali malattie che portano al deterioramento delle funzioni renali e all'insufficienza renale nei bambini. Inoltre, possono verificarsi disturbi dell'equilibrio elettrolitico nel sangue. Aritmie cardiache, contrazioni muscolari, crampi, spasmi, edema cerebrale sono alcune di queste malattie.

Il succo di frutta sostituisce l'acqua?

I succhi di frutta pronti non sono assolutamente un sostituto dell'acqua. Inoltre, poiché fa placare la sensazione di sete del bambino, può influire negativamente sul normale consumo di acqua. 2/3 del liquido dato al bambino può essere acqua, e 1/3 di essa può essere diversificato come ayran e succo di frutta fresca.

messaggi recenti