Cosa fare in caso di incompatibilità del sangue?

I test da effettuare prima della gravidanza sono estremamente importanti sia per eliminare possibili effetti negativi sulla salute della madre e del bambino sia per avere una gravidanza sana. Uno di quei test vitali è il test del gruppo sanguigno.

Sottolineando che il test, che è importante nella diagnosi precoce e nel trattamento dell'incompatibilità sanguigna tra il bambino e la madre, può essere eseguito con estrema facilità, lo Specialista in Ostetricia e Ginecologia op. Dott. Cüneyt Genç ha detto: “In caso di incompatibilità del sangue, un intervento precoce salva vite umane. Conoscere i gruppi sanguigni delle coppie prima della gravidanza facilita l'intervento precoce ", ha detto.

È possibile trovare un test pre-gravidanza e una semplice soluzione con ago al problema dell'incompatibilità del sangue, che è una situazione in cui i gruppi sanguigni della madre e del suo bambino sono diversi in termini di negativo (-) e positivo (+) valori. Questo problema, che ha causato la perdita del bambino nel grembo materno o durante il parto, può essere facilmente intervenuto oggi, poiché in passato i servizi sanitari non erano sufficienti.

Affermando che eseguire gli esami necessari prima della gravidanza e informare le coppie elimina gli effetti distruttivi dell'incompatibilità sanguigna, lo Specialista in Ginecologia e Ostetricia op. Dott. Cüneyt Genç ha dichiarato: “È la prima precauzione per le coppie che decidono di sposarsi per sottoporsi a esami del gruppo sanguigno. Pertanto, viene determinata la possibilità di incontrare un'incompatibilità del sangue. Quando necessario, la salute sia della futura mamma che del suo bambino può essere protetta con un ago protettivo. In caso contrario, potrebbero verificarsi varie malattie o decessi infantili ", ha detto.

DISTRUZIONE DEI CELLULE SANGUE NEL BAMBINO

Affermando che i gruppi sanguigni della madre e del bambino non avranno sempre lo stesso valore e che il sangue potrebbe essere mescolato in determinate situazioni, il dott. Cuneyt Genç ha spiegato la sua incompatibilità con il sangue come segue:

“Se il bambino e la madre hanno gruppi sanguigni diversi, se il sangue si mescola (amniocentesi, incidente, colpo addominale, acqua precoce, parto, ecc.), Nella madre iniziano a svilupparsi anticorpi contro il diverso sangue che trasporta nel corpo. Questi anticorpi, che sono densamente formati, attraversano la placenta, raggiungono il bambino e si legano ai globuli del tipo IgG.

Poiché gli anticorpi legati alle cellule del sangue non possono passare attraverso gli organi del bambino come il fegato e la milza, inizia una continua distruzione delle cellule del sangue. Il bambino diventa esangue giorno dopo giorno e, di conseguenza, si sviluppano insufficienza cardiaca, edema e accumulo di acqua nelle cavità corporee. Nell'ultima fase, la causa dell'insufficienza cardiaca può essere persa nel grembo materno ".

GRUPPI SANGUE CON RISCHIO DI CONTROVERSIA

Sottolineando che il problema di incompatibilità non è riscontrato in tutti i gruppi sanguigni, il dott. L'adolescente ha detto:

“Non è un problema se i gruppi sanguigni di madre e bambino differiscono in A, B e 0. Solo gli anticorpi contro il fattore Rh causano incompatibilità. In altre parole, le situazioni in cui la madre ha sangue Rh (-) e il bambino ha sangue Rh (+) sono rischiose. In questo caso, il corpo della madre produrrà anticorpi IgG per proteggersi dal sangue positivo del bambino. Nei casi in cui la madre ha un gruppo sanguigno negativo, se il gruppo sanguigno del padre è negativo, il bambino sarà sicuramente nel gruppo sanguigno negativo, quindi non ci sarà conflitto. Tuttavia, se il padre è nel gruppo sanguigno positivo, la differenza tra i gruppi sanguigni del bambino e la madre crea il problema dell'incompatibilità del sangue.

LA RISPOSTA AL RISCHIO DI ERRORE SANGUE È POSSIBILE

Se i test del gruppo sanguigno eseguiti prima della gravidanza mostrano che la madre e il padre hanno un'incompatibilità del sangue, è vitale un follow-up sensibile della gravidanza. Nei casi in cui vi sia incompatibilità sanguigna tra i coniugi, potrebbero non esserci problemi nelle prime gravidanze. L'incompatibilità del sangue diventa problematica se il sangue della madre e del bambino viene mescolato per qualsiasi motivo, se il sangue coinvolto è troppo per avvertire la madre o se non viene effettuata un'iniezione protettiva. Non appena si nota del sangue, deve essere eseguita un'iniezione protettiva. In caso di ritardo, si cerca di mantenere in vita i bambini o di renderli abbastanza grandi da vivere fuori dall'utero con trasfusioni di sangue intrauterine da eseguire da mani esperte.

Esistono due diverse scuole mediche di intervento sull'incompatibilità del sangue. Se non ci sono problemi che causano interferenze fino alla 28a settimana, l'iniezione verrà eseguita questa settimana. Un altro approccio è fare un'iniezione alla madre dopo il parto, se il bambino nasce con un gruppo sanguigno positivo. Entrambi i metodi, che richiedono necessariamente aghi protettivi per la madre, anche se in momenti diversi, hanno successo al 99,5%. L'iniezione protettiva proteggerà la madre nella sua prossima gravidanza ".

messaggi recenti