Quali sono i segni di sanguinamento rettale?

Questo sintomo, che molti di noi non possono esprimere con imbarazzo e paura, può portare alla progressione di una malattia pericolosa come il "cancro" se non viene preso sul serio. Lo specialista di chirurgia generale dell'Ospedale di formazione e ricerca di Istanbul Op. Dr. Kerim Özakay ha risposto alle nostre domande sul sanguinamento rettale e ha fornito informazioni.

Cos'è il sanguinamento rettale (sanguinamento rettale)?

Il sangue rosso vivo proveniente dall'ano con la defecazione è chiamato ematochesia o sanguinamento rettale nel linguaggio medico.

Da dove viene il sangue nel sanguinamento rettale?

Il sanguinamento rettale ha origine prevalentemente dal retto e dall'ano, che formano le ultime parti dell'intestino crasso. Gli ultimi 15 cm dell'intestino crasso sono il retto, mentre l'ano è l'ultimo 1,5-2 cm. Durante il sanguinamento rettale, il colore del sangue di solito cambia in base alla posizione del sanguinamento.

Cause di sanguinamento rettale?

Il sanguinamento di colore rosso è molto probabilmente causato da malattie della parte inferiore dell'intestino crasso o dell'area anale. Il sanguinamento non contaminato, a forma di goccia e di colore rosso è solitamente correlato a malattie anali che chiamiamo emorroidi e ragadi. Il sanguinamento rosso scuro e nero con le feci può provenire dalle parti superiori dell'intestino crasso, dell'intestino tenue e dell'apparato digerente superiore. , che si chiama melena. Quando viene a contatto con i batteri intestinali, il suo colore si scurisce e diventa nero per digestione. Raramente, se si verifica un sanguinamento eccessivo dallo stomaco-duodeno, dall'intestino tenue o dalla parte iniziale dell'intestino crasso, questi si discende e può uscire come sangue fresco di colore rosso senza essere scomposto dai batteri Il sanguinamento rettale può anche essere il primo sintomo di malattie come angiodisplasia, colite e cancro.

C'è pochissimo sanguinamento da qualsiasi parte del sistema digerente e il sanguinamento potrebbe non essere visibile. Ad esempio, nei polipi o nei tumori del colon, a volte c'è pochissimo sanguinamento e questo non è visibile all'occhio perché è mescolato con le feci, ma può essere rilevato da test che esaminano il sangue occulto delle feci. Il sanguinamento nascosto in questo modo può portare alla formazione di anemia, che chiamiamo anemia, gradualmente ma perché provoca continue perdite di sangue.

In quei casi l'emorragia rappresenta una seria minaccia?

I pazienti con qualsiasi disturbo di sanguinamento rettale devono essere visitati da uno specialista di chirurgia generale, anche se le malattie come emorroidi, ragadi, che spiegano l'emorragia sono note. Soprattutto negli uomini e nelle donne di età superiore ai 50 anni, sanguinamento che si verifica quando c'è nessuna storia di sanguinamento dovrebbe essere seriamente investigata.

La gravità dell'emorragia, ovvero la quantità di sangue che entra, può variare notevolmente. Di solito, si verifica una piccola quantità di sanguinamento che si interrompe spontaneamente. Molti pazienti riferiscono alcune gocce di sangue fresco o una piccola quantità di sangue strofinato sulla carta igienica. A volte, viene descritto un sanguinamento un po 'più ma spontaneo. In questo tipo di sanguinamento lieve, non c'è bisogno di diagnosi e cure urgenti, per raggiungere l'ospedale con urgenza, viene diagnosticato e trattato dopo esame e semplici test.

Anche il sanguinamento rettale può essere più grave. In un sanguinamento moderato, possono verificarsi quantità ricorrenti di sangue fresco o coagulato, questo sangue può venire con le feci o spontaneamente. In caso di forti emorragie, il paziente può perdere molto sangue. Con sanguinamento rettale moderato o grave, possono verificarsi debolezza, vertigini, palpitazioni, svenimenti o svenimenti dovuti a un'eccessiva perdita di sangue; nel paziente può verificarsi bassa pressione sanguigna. Raramente può verificarsi un sanguinamento abbastanza grave da provocare shock al paziente. Il sanguinamento moderato o grave deve essere ricoverato in ospedale, seguito e trattato. In caso di sanguinamento abbastanza grave da essere sotto shock, sono necessari il ricovero in ospedale e le trasfusioni di sangue.

In generale, in quale sesso (maschio / femmina) e fascia di età è più comune?

Il tasso di sanguinamento rettale negli uomini e nelle donne è vicino l'uno all'altro. Tuttavia, entrambi i sessi non si applicano al medico dopo queste emorragie a causa di sentimenti di imbarazzo o negligenza, che possono portare alla progressione di una malattia molto grave (come il cancro ...).

Se il sanguinamento viene ignorato, quali conseguenze causerà?

Qualsiasi sanguinamento rettale dovrebbe essere studiato, soprattutto nei pazienti di età superiore ai 50 anni. Un sanguinamento rettale che si può pensare come una piccola cosa può essere un presagio e unico sintomo di una malattia molto grave.

messaggi recenti