Sintomi di insufficienza epatica

Specialista in Chirurgia Generale e Trapianti d'organo dell'ospedale Gaziosmanpaşa Prof. Dott. Ayhan Dinçkan ha detto: "Con il progredire della malattia del fegato, si possono vedere debolezza, anoressia, ittero, debolezza, perdita di peso, accumulo di liquidi nelle gambe e nell'addome. Quando la malattia progredisce, il fegato inizia a non essere in grado di pulire il sangue e possono svilupparsi cambiamenti comportamentali della personalità e dimenticanza ", dice.

Il fegato è il più grande organo interno del corpo e uno degli organi più importanti. Perché ha più di 400 compiti, molti dei quali hanno funzioni vitali, ed è il cervello del metabolismo. Tra i suoi compiti:

- Sintetizzare elementi costitutivi importanti come colesterolo, grassi e fattori di coagulazione, in particolare le proteine ​​degli alimenti che otteniamo con il cibo.

- Produrre la bile necessaria per l'assorbimento dei grassi e secernerla nell'apparato digerente.

Pulizia del corpo da molte sostanze chimiche e farmaci che vengono fuori

- Regolare il sistema immunitario nella lotta alle infezioni

- Serve per regolare il livello di zucchero nel sangue.

Cos'è l'insufficienza epatica?

Molte malattie acute e croniche possono causare insufficienza epatica influenzando irreversibilmente le funzioni vitali del fegato. È una condizione che si verifica improvvisamente in caso di insufficienza epatica acuta, principalmente in individui sani senza malattia epatica. In questo caso, che ha molte cause, soprattutto epatite, farmaci e avvelenamento da funghi, le tossine in circolazione danneggiano le cellule del fegato.

Nel trattamento, non esiste un farmaco o un metodo come la dialisi nell'insufficienza renale e i pazienti muoiono se non vengono trattati rapidamente con il trapianto di fegato. Nella cirrosi con insufficienza epatica cronica (l'epatite e l'uso di alcol sono le principali malattie che causano la cirrosi), le cellule epatiche normali vengono sostituite da tessuto cicatriziale. In questo caso, il fegato non può svolgere le sue funzioni vitali. Quando il fallimento raggiunge un certo livello, il danno progredisce così tanto che l'unica soluzione è il trapianto di fegato. Sia nell'insufficienza epatica acuta che in quella cronica, la tempistica del trapianto è molto importante e non dovrebbe essere in ritardo.

Quali sono i sintomi dell'insufficienza epatica?

Sebbene di solito non dia alcun sintomo nelle fasi iniziali, con il progredire della malattia, debolezza, perdita di appetito, nausea-vomito, ittero (ingiallimento della pelle e degli occhi), debolezza, perdita di peso, accumulo di liquidi nelle gambe e nell'addome , si possono osservare una maggiore tendenza al sanguinamento e prurito.

Man mano che la malattia progredisce e il danno aumenta, il fegato inizia a non essere in grado di pulire il sangue e le scorie corporee e molti farmaci si accumulano nel corpo. Queste sostanze tossiche si accumulano soprattutto nel cervello e possono verificarsi cambiamenti comportamentali della personalità, confusione, dimenticanza e disturbi del sonno e nell'ultimo stadio possono svilupparsi perdita di coscienza e coma.

Qual è il trattamento per l'insufficienza epatica?

La cirrosi con insufficienza epatica cronica è una malattia progressiva. Sebbene la malattia non possa essere curata, il danno che si verifica può essere fermato o rallentato con alcuni trattamenti. Vengono eseguiti vari test biochimici per valutare le funzioni del fegato. Inoltre, la struttura e i vasi del fegato vengono esaminati con metodi di imaging come l'ecografia, la tomografia computerizzata o la risonanza magnetica.

A volte può essere eseguita una biopsia per confermare la diagnosi di cirrosi. Nei casi che non possono essere trattati con le possibilità della medicina moderna, è necessario sostituire l'organo che non può svolgere la sua funzione con un trapianto di fegato con un nuovo fegato. Al giorno d'oggi, con il progresso dei trattamenti medici e chirurgici, se il trapianto di fegato viene eseguito in tempo, viene eseguito con una percentuale di successo dell'80-90 percento.

In quale fase ha bisogno un trapianto di fegato?

Prima di tutto, tutti i pazienti con cirrosi epatica dovrebbero essere valutati per il trapianto. L'opportunità di seguire o trapiantare il paziente è determinata dai medici specialisti che si occupano di fegato a seguito delle classificazioni ottenute a seguito di alcuni test ed esami. La gravità dell'insufficienza epatica cronica è classificata tra A e C e, di conseguenza, gli stadi B e C sono considerati idonei per il trapianto. Ci sono pazienti nella fase A che sono eleggibili per il trapianto. Tuttavia, quanto segue non dovrebbe essere dimenticato; Migliori sono le condizioni del paziente durante il trasporto, migliori saranno i risultati dell'intervento di trapianto.

Quali malattie vengono trattate con il trapianto di fegato?

Sebbene le seguenti malattie siano trattate principalmente con il trapianto di fegato, ci sono anche indicazioni meno comuni.

Malattia epatica cronica (B e C dovuta a malattie come epatite, alcol e cirrosi biliare)

Insufficienza epatica acuta (a seguito di avvelenamento da funghi e farmaci)

- Tumore epatico non resecabile (carcinoma epatocellulare) e alcuni tumori benigni

Alcune malattie metaboliche (soprattutto nell'infanzia)

messaggi recenti