Perché diventiamo rossi?

Dott. Hasan Insel

Il nostro corpo cerca di rilasciare l'improvvisa temperatura elevata causata da stress, imbarazzo o ansia espandendo i vasi sanguigni vicino alla superficie della pelle. Ciò provoca arrossamento del viso in alcune persone. Sciacquare dopo l'esercizio, una doccia calda o il sesso è una reazione normale a meno che non sia eccessiva. Bere alcol, bevande calde, pasti molto piccanti o glutammato monosodico, che si trova in alcuni piatti pronti e pasti al ristorante, può causare vampate di calore.

Può verificarsi durante la gravidanza

Ci sono altre cause specifiche di rossore al viso nelle donne. Ad esempio, il cambiamento dei livelli ormonali nel corpo e un aumento del volume sanguigno durante la gravidanza possono causare arrossamenti del viso occasionali. Nel mio periodo di menopausa, la graduale diminuzione dell'ormone estrogeno può manifestarsi con attacchi di rossore al viso.

Tutto ciò che provoca un aumento della temperatura corporea, come febbre correlata a infezioni, esposizione a molto freddo o caldo, scottature solari, può provocare arrossamento del viso. Questi fattori scatenanti colpiscono alcune persone ma non altre. Inoltre, il rossore al viso ha anche caratteristiche familiari. Tanto che il rossore al viso è comune in molti membri di alcune famiglie. Molte malattie croniche che vanno dal diabete a problemi cardiaci e malattie come il sovraccarico della tiroide o alcuni disturbi delle ghiandole endocrine, alcuni tumori possono causare arrossamento del viso.

Se il rossore si ripresenta frequentemente o se inizia improvvisamente in modo evidente, dovresti consultare il tuo medico, può solo essere detto dal tuo medico se questa è una condizione normale o è dovuta a qualche altro motivo. Alcune malattie della pelle possono anche causare arrossamento del viso. Ad esempio, un'eruzione cutanea simile a una farfalla su entrambi i lati del naso può suggerire una certa malattia della pelle e il medico ti aiuterà in questo.

Non dobbiamo dimenticare che il rossore al viso può anche essere un effetto collaterale di alcuni farmaci che assumiamo. Alcuni farmaci correlati al sistema cardiovascolare, come i farmaci per l'ipertensione, possono causare arrossamento del viso. Una reazione comune alla niacina, una vitamina B usata ad alte dosi per abbassare il colesterolo alto, è il rossore al viso.

Presta attenzione a questi

Per capire se le vampate di calore sono normali o dovute a qualche altro motivo, è meglio consultare prima il medico e agire in conformità con le sue raccomandazioni.

Alcuni cambiamenti nello stile di vita possono aiutare con le vampate di calore:

Il fumo, l'alcol e lo stress sono fattori che aggravano le vampate di calore. Possono prevenire o ridurre le vampate di calore evitando questi fattori di rischio, esercitandosi regolarmente e mangiando bene.

Puoi anche ridurre le vampate di calore con esercizi di respirazione ritmica che ti aiuteranno a rilassarti.

Scegli bevande fredde invece di bevande calde.

Mangia pasti piccoli e frequenti in modo che il tuo corpo generi meno calore rispetto ai pasti abbondanti.

Mangia cibi a basso contenuto di grassi e ricchi di fibre.

Non fumare.

Riduci il caffè.

Non bere né limitare l'alcol.

Mantieni il tuo corpo fresco.

Mantieni fresco l'ambiente circostante o usa un ventilatore.

In diversi strati, indossa cose che puoi toglierti quando necessario.

Scegli tessuti naturali come cotone o seta.

Non coprire troppo durante il sonno, utilizzare coperture sottili.

Riduci lo stress, cerca un aiuto professionale se necessario.

Fare esercizio regolarmente.

Impara tecniche di rilassamento come lo yoga o il biofeedback.

Le vampate di calore sono efficaci prima o dopo la menopausa

Un altro problema fastidioso come il rossore al viso sono le vampate di calore. La maggior parte delle donne (più della metà) sperimenta vampate di calore prima o dopo la menopausa quando i livelli di estrogeni diminuiscono. In alcune donne, le vampate di calore possono ripresentarsi molte volte al giorno.

Sebbene scomode, le vampate di calore osservate in menopausa non sono in realtà un sintomo di un problema medico, ma una risposta ai cambiamenti ormonali naturali del corpo, a meno che non siano eccessivi. Le vampate di calore di solito si risolvono entro il primo anno o due dopo la menopausa quando i livelli di estrogeni si stabilizzano a un livello basso. Se le vampate di calore influenzano il tuo sonno o la tua vita quotidiana, ovviamente dovresti rimediare, nel qual caso il tuo medico ti assisterà.

Le vampate di calore possono essere particolarmente gravi nelle donne che sono entrate in menopausa a seguito di chemioterapia, terapia antiestrogenica per il cancro al seno o rimozione chirurgica delle ovaie.

messaggi recenti