I danni dell'``educazione al sonno ''

Penso che sia ora di scrivere un articolo sui danni dell'addestramento al sonno. Perché sui media, nel mondo della medicina e della psicologia, mi rendo conto di quanto mi faccia male leggere articoli di “educazione al sonno” in questi giorni.

I genitori pensano che ci sia una sola verità e non hanno scelta, temendo di danneggiare i loro figli se agiscono al di fuori di questa verità assoluta. Tuttavia, se ne sappiamo abbastanza, possiamo essere liberi di scegliere.

Ora è il momento per i genitori, in particolare le madri, di prendere il proprio potere nelle proprie mani. Il dottore ha detto che, ha detto lo psicologo, il libro scrive così, andando oltre la loro retorica, sto parlando della mia famiglia, della mia vita e delle mie dinamiche interne per prendere la decisione giusta.

Ecco perché, mentre scrivo questo articolo, non voglio rifugiarmi dietro il mio cappello da psicologo e dire "questa è la verità" o "l'ho detto". Voglio scrivere un articolo supportato da ricerche e consapevolezza scientifica. Naturalmente, unirò questo articolo ai miei pensieri. Quindi, dopo averlo letto, cerca tu stesso questo argomento e poi decidi la forma che meglio si adatta al tuo ambiente familiare. Come alla fine di ogni consapevolezza, se questo articolo ti porta un senso di colpa, ingannato, derivante dalle tue pratiche passate, allora ricorda questo: hai la possibilità di ricominciare tutto da capo in qualsiasi momento. Come fa? È oggetto di un altro articolo.

Dormire insieme

Per prima cosa, chiariamo il concetto di genitore e bambino che dormono insieme. Cosa significa dormire insieme e perché è importante? Dormire insieme è quando il genitore adulto (di solito la madre) dorme con il proprio bambino e abbastanza vicino (stesso letto o stessa stanza) in modo che possano rispondere ai segnali sensoriali e ai segnali dell'altro.

Le poche calorie nel latte materno richiedono un frequente allattamento notturno. Come risultato di questa suzione frequente, l'aumento degli anticorpi della madre protegge il bambino dalle malattie, così come l'allattamento al seno a lungo termine previene il cancro al seno nella madre (posso fornire vari link se qualcuno vuole conoscere i dettagli della ricerca condotta dal dott. . Helen Ball). Oltre a succhiare, l'odore della madre del bambino, la vicinanza della madre ai movimenti e al tocco della madre riducono il pianto del bambino e riequilibrano la temperatura corporea, l'assorbimento di calorie, il livello dell'ormone dello stress e gli stati del sistema immunitario.

Nonostante tutti gli sviluppi tecnologici in Occidente, i bambini umani nascono neurologicamente immaturi. Dobbiamo ancora trovare un dispositivo tecnologico che sostituisca il corpo della madre. Il bambino nasce con solo il venticinque percento del volume effettivo che il cervello raggiungerà. La maturazione del cervello del bambino è possibile solo attraverso il contatto biologico e la vicinanza; con il contatto continuo della madre. La coperta che metti in mano non fa nulla per lo sviluppo del cervello. Il cervello deve interagire con un altro cervello per la crescita. Ecco perché c'è una dipendenza che inizia quando il bambino è nato, e questa dipendenza è necessaria per la futura indipendenza.

Non possiamo vedere l'addormentarsi del bambino da solo come un atto di indipendenza. L'autosufficienza e la fiducia in se stessi per tutta la vita non significa addormentarsi senza le braccia della sua amorevole madre. Ogni bambino imparerà ad andare a dormire da solo in un processo. La cosa triste è che i genitori vedono questo come un segno di indipendenza, di autosufficienza quando il bambino impara a farlo presto. Niente di tutto questo ha una base scientifica. Non dimentichiamo che viviamo in una cultura in cui i bambini che dormono tutta la notte sono considerati normali, in quanto le conclusioni sono state tratte sulla base della ricerca sui bambini alimentati con il biberon (ipercalorico).

La ricerca di Meret Keller e Wendy Goldberg presso l'Università della California a Irvine mostra che le abitudini di sonno di routine di genitori e bambini fin dalla nascita hanno un effetto positivo sulle capacità di risoluzione dei problemi dei bambini e sulla loro capacità di avere relazioni con gli altri (Keller e Goldberg 2004). Contrariamente alla credenza popolare, il bambino che dorme da solo ha meno capacità di stare da solo rispetto al bambino che dorme con i suoi genitori. Ma non chiedere se sarà insicuro ora che ho messo mio figlio a dormire da solo. Lo sviluppo umano non è abbastanza semplice da ottenere risultati con una singola applicazione. Le abilità psicologiche e sociali non sono il risultato di una singola esperienza. Guardiamo solo una parte certa ma importante dell'attaccamento che risulta da 24 ore di comunicazione con il genitore ogni giorno. Se un attaccamento sano è il risultato di un interesse continuo, interromperlo completamente di notte, ovviamente, interrompe la relazione.

Perché è così importante dire che il mio bambino ha dormito tutta la mattina. È persino diventata un'ossessione nei paesi occidentali. Un luogo dove il bambino che dorme fino al mattino viene nutrito con latte vaccino, biberon e latte artificiale e lasciato a dormire da solo. Nessun bambino ha un problema di sonno da risolvere. Abbiamo un problema che deriva dai nostri pensieri orientati all'allenamento del sonno. Il sistema immunitario del bambino, lo sviluppo del cervello, la regolazione dello stress, ecc. Si sviluppano con l'allattamento al seno frequente e la vicinanza alla madre.

Un problema tu stesso, la natura ha commesso un errore? Perché il mio latte non era ricco di calorie come quello di una mucca o di un leone, quindi il mio bambino dorme più a lungo? Hai trovato una risposta?

Molte persone, come la psichiatra Isabel Paret, stanno indagando su questo. Più il bambino viene tenuto e toccato durante il giorno, meno si addormenta profondamente. Perché nel primo anno, il sonno profondo è pericoloso per il bambino. Protegge il bambino da improvvise morti infantili. Tuttavia, ci sono situazioni in cui dormire insieme è pericoloso. Un genitore che beve o fuma non dovrebbe mai andare a letto con suo figlio. La madre che allatta può dormire nello stesso letto, ma sarebbe più sicuro se la madre che allatta dormisse con il suo bambino in un letto separato. Discuterò questi problemi che devono essere considerati in profondità nel mio prossimo articolo.

Il periodo in cui il bambino si sta ancora sviluppando nel grembo materno è di circa quindici mesi quando inizia la conversazione. La ricerca dice che è importante dormire insieme in questo periodo di tempo. Tuttavia, il successivo trasferimento in una stanza separata è interamente una scelta della famiglia all'interno delle proprie dinamiche. Se la famiglia è felice di dormire insieme, può continuare questa pratica. Nessuno conosce i dettagli di un'altra famiglia. La decisione non è una decisione medica, è sempre personale. "Mio figlio ha cinque anni, dormiamo ancora insieme, è dannoso?" Anche se ho risposto alla domanda "No, questa è una scelta" ...

Ecco alcuni risultati della ricerca: Lewis e Janda (1988); I ragazzi di età compresa tra 1-5 che dormono con i genitori hanno una maggiore fiducia in se stessi, meno sensi di colpa e meno ansia. Le ragazze, d'altra parte, hanno una maggiore autostima e sono più a loro agio con il contatto fisico e il tatto. Qui elenco molti studi come questo: la ricerca di Heron del 1994 in Inghilterra su come i bambini affrontano lo stress più comodamente quando dormono insieme, e la ricerca di Mosenkis su "Gli effetti del dormire insieme sullo sviluppo dell'infanzia" nel 2000 (Effetti del co_sleeping infantile) in seguito sviluppo).

Il cervello si sviluppa con la comunicazione con un altro cervello, la dipendenza porta l'indipendenza in futuro. Non insegniamo a camminare o parlare ai nostri figli. Creiamo solo l'ambiente che meglio li supporta. La dipendenza provoca dipendenza in futuro se non li lasciamo andare ai loro letti, alle loro stanze, alle loro vite quando sono pronti. Questo è l'argomento di un altro post.

Nilufer Devecigil

[email protected]

messaggi recenti