Le donne incinte stanno lontane da queste piante

Specialista in Malattie Interne e Oncologia Medica Prof. Dott. Canfeza Sezgin ha affermato che le persone dovrebbero fare attenzione contro coloro che non sono un medico, ma offrono solo trattamenti a base di erbe sotto il nome di uno specialista in fitoterapia. Prof. Dott. Sezgin ha detto: “È completamente naturale ed a base di erbe. Ha detto che coloro che cercano di vendere prodotti a base di erbe possono portare le persone persino alla morte, e si dovrebbe essere vigili.

Affermando che anche i prodotti a base di erbe sono dannosi, ma trascurando la salute delle persone e che non menzionano questi danni a causa di preoccupazioni finanziarie, il Prof. Dott. Sezgin ha detto: “Oggi, con l'aumento del livello di reddito e dello stato sociale, l'uso di prodotti naturali ed erboristici nei problemi di salute sta gradualmente aumentando. Uno dei motivi più importanti di ciò è che ha meno effetti collaterali rispetto alle droghe chimiche sintetiche e ha effetti meno dannosi sul corpo nell'uso a lungo termine. Tuttavia, non bisogna dimenticare che ci sono ingredienti naturali nei prodotti naturali a base di erbe che possono avere effetti negativi in ​​alcuni casi speciali. Una di queste situazioni speciali è la gravidanza. Le donne incinte non dovrebbero utilizzare tutti i prodotti consigliati come naturali ed erboristici. "Questo può danneggiare il bambino così come la madre."

Presta attenzione a queste piante

Specialista in Malattie Interne e Oncologia Medica Prof. Dott. Canfeza Sezgin ha consigliato alle donne incinte o alle donne che pianificano una gravidanza di considerare le seguenti avvertenze:

"- Le erbe utilizzate in cucina per le spezie (basilico, timo, ecc.) Sono generalmente sicure in piccole quantità utilizzate per cucinare o aromatizzare, ma non dovrebbero essere utilizzate grandi quantità (come 1 o 2 cucchiai da dessert) utilizzate per i loro tè da donne incinte.

- Piante ammorbidenti contenenti antrachinone: ci sono piante considerate naturali e innocue, soprattutto per alleviare i disturbi di stitichezza. Queste erbe non devono essere utilizzate in quanto possono causare aborto spontaneo stimolando la contrazione della muscolatura liscia, compreso l'utero. Croco amaro, olivello spinoso (cardo selvatico di cervo), aloe vera, senna e olivello spinoso sono piante discutibili in questo gruppo.

- Le piante con effetti stimolanti uterini dovrebbero essere evitate per lo stesso motivo. Il consumo regolare, soprattutto 1-2 cucchiaini al giorno, può essere dannoso. Piante come salvia, olivello spinoso, pervinca, timo, tuia, radice di liquirizia, vischio, assenzio, rabarbaro (rabarbaro), finocchio, senna, mezzelone possono avere effetti stimolanti uterini che possono provocare aborto spontaneo o parto prematuro.

- Le piante contenenti alcaloidi intensi o oli essenziali che conferiscono alle piante un sapore amaro dovrebbero essere evitate, poiché potrebbero influenzare le funzioni del feto tra la madre e il bambino o nel ventre della madre. È ricco di alcaloidi goldenseal, efedra, henné henné, celidonia e amarena, è sfavorevole da consumare regolarmente. Anche l'assunzione regolare di oli da piante come salvia, ginepro, rosmarino, achillea, timo, lavanda, tuia, maggiorana e finocchio durante la gravidanza è scomoda.

- Le piante Emenagogue sono piante che incoraggiano le mestruazioni e dovrebbero essere evitate durante la gravidanza. Piante come biancospino, pervinca, achillea, passiflora, timo, tuia, liquirizia, vischio, assenzio, rabarbaro (rabarbaro), senna e mezzelone non devono essere utilizzate durante la gravidanza ".

messaggi recenti